Fujitsu ABHA036GTEH Guida d'installazione

Marca
Fujitsu
Modello
ABHA036GTEH
Tipo
Guida d'installazione
EnglishDeutschFrançaisEspañolItalianoΕλληνικάPortuguêsРусскийTürkçe
INSTALLATION MANUAL
INDOOR UNIT (Ceiling type)
For authorized service personnel only.
PART No. 9367702152
INSTALLATIONSANLEITUNG
INNENGERÄT (Decken-Typ)
Nur für autorisiertes Fachpersonal.
AB*A030GTEH
AB*A036GTEH
AB*A045GTEH
AB*A054GTEH
TM
MANUEL D’INSTALLATION
MANUAL DE INSTALACIÓN
UNITÉ INTÉRIEURE (type plafonnier)
UNIDAD INTERIOR (tipo techo)
Pour le personnel agréé uniquement.
Únicamente para personal de servicio autorizado.
MANUALE DI INSTALLAZIONE
UNITÀ INTERNA (tipo a soffi tto)
A uso esclusivo del personale tecnico autorizzato.
ΕΓΧΕΙΡΙΔΙΟ ΕΓΚΑΤΑΣΤΑΣΗΣ
ΕΣΩΤΕΡΙΚΗ ΜΟΝΑΔΑ (Τύπος οροφής)
Μόνο για εξουσιοδοτημένο τεχνικό προσωπικό.
MANUAL DE INSTALAÇÃO
UNIDADE INTERIOR (Tipo de tecto)
Apenas para técnicos autorizados.
РУКОВОДСТВО ПО УСТАНОВКЕ
ВНУТРЕННИЙ МОДУЛЬ (Потолочный тип)
Только для авторизованного обслуживающего персонала.
MONTAJ KILAVUZU
İÇ ÜNİTE (Tavan tipi)
Yalnızca yetkili servis personeli için.
[Original instructions]
MADE IN THAILAND
Refer to the rating label for the serial number,
manufactured year and month.
It-1
1. PRECAUZIONI DI SICUREZZA
• Leggere attentamente il presente Manuale prima di procedere all'installazione.
• Le avvertenze e precauzioni indicate nel presente Manuale contengono importanti infor-
mazioni relative alla sicurezza. Rispettarle scrupolosamente.
• Consegnare al cliente il presente Manuale, insieme al Manuale di istruzioni. Chiedere al
cliente di tenere i manuali a portata di mano per poterli consultare quando necessario, ad
esempio in caso di spostamento o di riparazione dell'unità.
AVVERTENZA
Questo simbolo indica procedure la cui esecuzione errata può
provocare ferite gravi o mortali all'utente.
Chiedere al concessionario o al tecnico installatore di installare l'unità rispettando
le indicazioni del presente Manuale di installazione. Un'unità non installata in modo
corretto può dar luogo a gravi incidenti come perdite d'acqua, scosse elettriche o
incendi. Un'installazione dell'unità interna non conforme alle istruzioni del Manuale di
installazione farà decadere la garanzia del fabbricante.
NON accendere l'unità finché il lavoro d'installazione non è stato portato
completamente a termine. L'accensione dell'unità prima che sia stata completata
l'installazione può provocare gravi incidenti come scosse elettriche o incendi.
In caso di perdita di liquido refrigerante durante l'esecuzione del lavoro, ventilare il
locale. L'eventuale contatto del refrigerante con amme provoca l'esalazione di gas
tossici.
Il lavoro d'installazione deve essere eseguito nel rispetto delle norme di cablaggio
nazionali ed unicamente da personale autorizzato.
Salvo in caso di EMERGENZA, non spegnere mai l'interruttore principale o secondario
delle unità interne durante il funzionamento. Provoca malfunzionamento del
compressore e perdite d'acqua.
In primo luogo, arrestare l'unità interna azionando il telecomando, il convertitore o un
dispositivo di input esterno, quindi spegnere l'interruttore.
Assicurarsi di eff ettuare le operazioni tramite telecomando, convertitore o dispositivo di
input esterno.
Una volta che è stato progettato l'interruttore, posizionarlo in un luogo in cui gli utenti
non possono avviarlo o arrestarlo nell'utilizzo quotidiano.
ATTENZIONE
Questo simbolo indica procedure che, se eseguite in modo
non corretto, possono provocare lesioni fisiche all'utente o
danni alle cose.
Leggere attentamente tutte le informazioni di sicurezza prima di utilizzare o installare il
condizionatore d'aria.
Non tentare di installare da soli il condizionatore d'aria o una parte di esso.
L'installazione di questa unità deve essere effettuata da personale qualificato e
in possesso di una certificazione per la manutenzione di fluidi refrigeranti. Fare
riferimento alle norme e alle leggi vigenti nel luogo di installazione.
L'installazione deve essere eseguita in adempimento alle norme in vigore nel luogo di
installazione e alle istruzioni di installazione del fabbricante.
Questa unità è parte di un insieme che costituisce un condizionatore d'aria. Non deve
essere installata da sola o con componenti non autorizzati dal fabbricante.
Per questa unità, utilizzare sempre una linea di alimentazione separata e protetta da
un sistema salvavita operante su tutti i cavi, con una distanza tra i contatti di 3 mm.
È necessario eseguire una corretta messa a terra dell'unità; inoltre, la linea di
alimentazione deve essere dotata di un interruttore diff erenziale a tutela delle persone.
Le unità non sono a prova di esplosione, quindi non dovrebbero essere installate in
atmosfera esplosiva.
Non toccare mai i componenti elettrici subito dopo l'interruzione dell'alimentazione
elettrica. Pericolo di scosse elettriche. Dopo aver interrotto l'alimentazione, attendere
sempre 5 minuti prima di toccare i componenti elettrici.
Questa unità non include componenti riparabili dall'utente. Per le riparazioni rivolgersi
sempre a personale autorizzato.
In caso di spostamento, rivolgersi a personale autorizzato per la disconnessione e
l'installazione dell'unità.
2. INFORMAZIONI SUL PRODOTTO
2.1. Precauzioni per l'utilizzo del refrigerante R410A
AVVERTENZA
Non introdurre nel circuito di raffreddamento nessuna sostanza che non sia il
liquido refrigerante prescritto. La penetrazione di aria nel circuito di raff reddamento
eleverebbe oltre misura la pressione interna del circuito, provocando la rottura dei tubi.
In caso di perdita di refrigerante, assicurarsi che non superi il limite di concentrazione.
Qualora la perdita di refrigerante superasse il limite di concentrazione, esiste il rischio
di incidenti quali la privazione di ossigeno.
Non toccare il refrigerante fuoriuscito dai raccordi del tubo del refrigerante o da altre
zone. Il contatto diretto con il liquido può provocare congelamento.
Se la perdita di refrigerante si produce durante il funzionamento, evacuare
immediatamente i locali e ventilarli. L'eventuale contatto del refrigerante con amme
provoca l'esalazione di gas tossici.
2.2. Attrezzo speciale per R410A
AVVERTENZA
Per installare un'unità che utilizza refrigerante R410A, utilizzare gli speciali attrezzi
e materiali di tubazione appositamente fabbricati per l'uso con l'R410A. Poiché la
pressione del refrigerante R410A è circa 1,6 volte superiore a quella dell'R22, il
mancato uso dello specifico materiale di tubazione o un'installazione inadeguata
possono provocare la rottura dei tubi o lesioni siche. Vi è inoltre il rischio di gravi
incidenti come perdite d'acqua, scosse elettriche o incendi.
Nome dell'attrezzo Modifi che
Raccordo del
manometro
La pressione del sistema refrigerante è estremamente
elevata e non può essere misurata con un manometro con-
venzionale. Onde evitare l'uso erroneo di altri refrigeranti, è
stato modifi cato il diametro di ciascuna apertura. Si consiglia
di utilizzare un raccordo di manometro con un campo di vi-
sualizzazione alta pressione da –0,1 a 5,3 MPa e un campo
di visualizzazione bassa pressione da –0,1 a 3,8 MPa.
Tubo fl essibile di carica
Per aumentare la resistenza alla pressione, si è proceduto
alla modifi ca del materiale del tubo essibile e delle dimen-
sioni base.
(Il diametro dei fi letti dell'apertura di caricamento del refrige-
rante R410A corrisponde a 1/2 UNF 20 fi letti per pollice).
Pompa per il vuoto
È possibile utilizzare una normale pompa per il vuoto instal-
lando un apposito adattatore.
Fare attenzione a non far rifl uire l'olio della pompa nel siste-
ma. Utilizzare una pompa con valore di depressione pari a
–100,7 kPa (5 Torr, –755 mmHg).
Rilevatore di fughe di
gas
Speciale rilevatore di fughe di gas per il refrigerante di tipo
R410A.
MANUALE DI INSTALLAZIONE
N. PARTE 9367702152
Unità interna del sistema VRF (tipo a soffi tto)
Indice
1. PRECAUZIONI DI SICUREZZA ...................................................................................... 1
2. INFORMAZIONI SUL PRODOTTO ................................................................................. 1
2.1. Precauzioni per l'utilizzo del refrigerante R410A .................................................. 1
2.2. Attrezzo speciale per R410A ................................................................................ 1
2.3. Accessori .............................................................................................................. 2
2.4. Componenti opzionali ........................................................................................... 2
3. PROCEDURA DI INSTALLAZIONE ................................................................................ 2
3.1. Selezione della posizione di installazione ............................................................ 2
3.2. Misure di installazione .......................................................................................... 3
3.3. Installazione dell'unità ........................................................................................... 3
4. INSTALLAZIONE DEI TUBI ............................................................................................. 4
4.1. Scelta del materiale per i tubi ............................................................................... 4
4.2. Requisiti relativi ai tubi .......................................................................................... 5
4.3. Connessione a cartella (raccordo tubi) ................................................................. 5
4.4. Installazione dell'isolamento termico .................................................................... 6
5. INSTALLAZIONE DEI TUBI DI DRENAGGIO ................................................................. 6
6. CABLAGGIO ...................................................................................................................7
6.1. Requisiti elettrici ................................................................................................... 8
6.2. Metodo di cablaggio ............................................................................................. 8
6.3. Cablaggio dell'unità .............................................................................................. 8
6.4. Collegamento del cablaggio ................................................................................. 9
6.5. Cablaggio componenti opzionali ......................................................................... 10
6.6. Input esterno e output esterno (componenti opzionali) ...................................... 10
6.7. Pompa di drenaggio (componenti opzionali) ...................................................... 12
7. IMPOSTAZIONE IN LOCO ............................................................................................ 12
7.1. Impostazione dell'indirizzo .................................................................................. 12
7.2. Impostazione di codici personalizzati ................................................................. 12
7.3. Impostazione delle funzioni ................................................................................ 13
8. ASPIRAZIONE DI ARIA FRESCA.................................................................................. 14
9. ULTIMAZIONE ............................................................................................................... 14
10. COLLAUDO ................................................................................................................. 14
10.1. Collaudo mediante unità esterna (scheda a circuiti stampati) .......................... 14
10.2. Collaudo mediante utilizzo del telecomando .................................................... 14
11. LISTA DI CONTROLLO ............................................
................................................... 15
12. CODICI DI ERRORE ................................................................................................... 15
It-2
2.3. Accessori
AVVERTENZA
Per l'installazione, è assolutamente necessario utilizzare i pezzi forniti dal fabbricante
o gli altri pezzi prescritti. L'uso di pezzi non specifi camente prescritti può provocare
gravi incidenti come la caduta dell'unità, perdite d'acqua, scosse elettriche o incendi.
Per l'installazione, sono forniti i pezzi seguenti. Utilizzarli come prescritto.
Conservare il Manuale di installazione in un luogo sicuro e non gettare via nessun
accessorio prima di aver portato a termine il lavoro d'installazione.
Nome e forma Quantità Applicazione
Manuale di istruzioni
1
Manuale di installazione
1
(Questo libro)
Tubo fl essibile di drenaggio
1
Per l'installazione del tubo di dre-
naggio VP25
(diam. est. 32, diam. int. 25)
Fascetta del tubo fl essibile
1
Per installazione tubo fl essibile di
drenaggio
Isolamento del tubo fl essibile di
drenaggio
1
Tipo adesivo (220 × 100 mm)
Filo VT
1
Per il fi ssaggio del tubo fl essibile di
drenaggio L 280 mm
Isolamento termico accoppiatore
(grande)
2
Per il raccordo del tubo lato interno
(Tubo del gas)
Isolamento termico accoppiatore
(piccolo)
1
Per il raccordo del tubo lato interno
(Tubo del liquido)
Fascetta serracavi (extra grande)
4
Per il fi ssaggio dell'isolamento
termico accoppiatore
Fascetta serracavi (grande)
2
Fascetta serracavi (media)
2
Per il fi ssaggio del cavo di ali-
mentazione, di trasmissione e del
telecomando
Dado speciale A
(fl angia grande)
4
Per l'installazione dell'unità interna
Dado speciale B
(fl angia piccola)
4
Per l'installazione dell'unità interna
Mascherina
di installazione
1
Per il posizionamento dell'unità
interna
Elemento di montaggio tubo
ausiliario
1
Per il collegamento di tubi
2.4. Componenti opzionali
Sono disponibili le seguenti opzioni.
Descrizione Modello Applicazione
Pompa di drenaggio
UTR-DPB24T
9050642000
Condotto a sezione
circolare
UTD-RF204
9093160004
Kit di collegamento
esterno
UTY-XWZXZC
Per funzione output
(Terminale output/CNB01)
UTY-XWZXZB
Per funzione di controllo input
(Utilizzare il voltaggio del terminale/CNA01)
UTY-XWZXZD
Per funzione di controllo input
(Terminale contatto a secco/CNA02)
UTY-XWZXZ7
Per funzione disinserimento forzato da ter-
mostato (Utilizzare il voltaggio del terminale/
CNA03)
UTY-XWZXZE
Per funzione disinserimento forzato da ter-
mostato (Terminale contatto a secco/CNA04)
Adattatore LAN wireless
UTY-TFSXZ* Per comando LAN wireless.
Unità di alimentazione
esterna
UTZ-GXXA
Alimentare la scheda a circuiti stampati
dell’unità interna quando l’unità interna è
spenta per evitare errori.
3. PROCEDURA DI INSTALLAZIONE
Il luogo corretto per l'installazione iniziale è importante perché è difficile spostare l'unità
una volta che è stata installata.
3.1. Selezione della posizione di installazione
Stabilire la posizione di montaggio insieme al cliente tenendo presente quanto segue.
AVVERTENZA
Scegliere luoghi d'installazione che possano sostenere adeguatamente il peso
dell'unità interna. Installare le unità in maniera che siano stabili e non rischino di
ribaltarsi o cadere.
ATTENZIONE
Non installare l'unità interna nei luoghi seguenti:
• Luoghi in cui vi è una forte presenza di sale, come le zone balneari. Il sale deteriora
i componenti metallici, provocandone l'anomalia o perdite d'acqua dall'unità.
• Luoghi in cui siano presenti olii minerali o possano esservi schizzi d'olio o vapore
in grande quantità, come le cucine. L'olio o il vapore deteriorano i pezzi in plastica,
provocando i guasti dei pezzi stessi o perdite d'acqua dall'unità.
• Luoghi con produzione di sostanze che danneggiano l'attrezzatura, come gas
solforico, cloro, acido o alcali. Queste sostanze provocano la corrosione dei tubi
in rame e dei raccordi saldati, che può a sua volta provocare perdite di liquido
refrigerante.
• Luoghi in cui possano verifi carsi perdite di gas combustibile o nella cui aria si trovino
bre di carbone, polveri infi ammabili o sostanze volatili infi ammabili come diluenti o
benzina. In caso di perdita di gas e di accumulo del gas in prossimità dell'unità, può
verifi carsi un incendio.
• Luoghi in cui animali possano urinare sull'unità o possa essere generata ammoniaca.
Non utilizzare l'unità a ni particolari quali la conservazione di alimenti, l'allevamento
di animali, la coltura di piante o la conservazione di strumenti di precisione o di oggetti
d'arte.
Si rischia di rovinare gli oggetti conservati.
Non installare l'unità in luoghi in cui possano prodursi perdite di gas combustibile.
Non installare l'unità in prossimità di fonti di calore, vapore o gas infi ammabili.
Installare l'unità in un luogo in cui il drenaggio non provochi danni.
Installare l'unità interna, il cavo di alimentazione, il cavo di trasmissione e il cavo del
telecomando ad almeno 1 m di distanza da televisori o radio. La suddetta precauzione
ha lo scopo di impedire che si producano interferenze nella ricezione televisiva
o rumori radioelettrici. (Anche in caso di installazione a più di 1 m di distanza, in
determinate condizioni possono comunque verifi carsi disturbi).
Se vi è il rischio che bambini di età inferiore ai 10 anni si avvicinino all'unità, adottare
precauzioni intese ad evitarlo.
Adottare le necessarie precauzioni perché l'unità non rischi di cadere.
(1) Installare l'unità interna su un supporto sufficientemente resistente per reggerne il
peso.
(2) Le bocche di ingresso e di uscita non devono essere ostruite; l'aria deve poter circola-
re in tutto il locale.
(3) Lasciare lo spazio necessario per eseguire la manutenzione del condizionatore d'aria.
(4) Installare l'unità in una posizione in cui il collegamento all'unità esterna (o all'unità di
derivazione del refrigerante) risulti facile.
(5) Installare l'unità in un luogo in cui non vi siano diffi coltà per installare il tubo di collegamento.
(6) Installare l'unità in un luogo in cui non vi siano diffi coltà per installare il tubo di drenaggio.
(7) Installare l'unità in un luogo in cui il rumore e le vibrazioni non vengano amplifi cati.
(8) Tenere conto delle esigenze di manutenzione, riparazione, ecc. e lasciare gli appositi
spazi. Installare inoltre l'unità in modo che si possa rimuovere il fi ltro.
(9) Non installare l'unità in un luogo in cui sia esposta alla luce solare diretta.
It-3
3.2. Misure di installazione
10 mm o più
2.500 mm o più
Soffi tto
UNITÀ INTERNA
80 mm o più
150 mm o più
Soffi tto
10 mm o più
2.500 mm o più
Pannello a soffi tto
80 mm o più 150 mm o più
Pannello a soffi tto
UNITÀ INTERNA
3.3. Installazione dell'unità
AVVERTENZA
Installare il condizionatore d'aria su un supporto che possa sostenere un carico
almeno 5 volte superiore al peso dell'unità principale e non ne amplifi chi il rumore o le
vibrazioni. Se il supporto non è suffi cientemente resistente, l'unità interna può cadere
e provocare lesioni fi siche.
3.3.1. Preparativi per l'installazione dell'unità interna
Rimuovere la griglia di aspirazione e la copertura laterale.
(1) Togliere i 2 fi ltri aria.
(2) Togliere le 2 griglie di aspirazione.
• Per
Scarico posteriore sinistro e
Scarico sinistro: Togliere i fi ltri aria e le griglie
di aspirazione nei 3 punti. (Consultare il paragrafo “3.3.4. Selezione della direzione
delle tubazioni”).
(3) Togliere la copertura laterale A (lato destro) e la copertura laterale B (lato destro e
sinistro).
• Per
Scarico sinistro: Togliere le due coperture laterali A (destra e sinistra).
(Consultare il paragrafo “3.3.4. Selezione della direzione delle tubazioni”).
(4) È possibile impostare questo condizionatore d'aria in modo che aspiri aria fresca. Per
informazioni sull'installazione che prevede l'aspirazione di aria fresca, fare riferimento
al paragrafo “8. ASPIRAZIONE DI ARIA FRESCA”.
Copertura laterale B (lato destro)
Filtro dell'aria
Griglia di aspirazione
Vite fi lettata
UNITÀ INTERNA
Copertura
laterale B
(Lato sinistro)
Copertura laterale A (lato destro)
3.3.2. Installazione dell'unità interna
Per facilitare l'installazione dell'unità interna, si potrà fare uso dell'accessorio mascherina.
La mascherina consente di determinare più facilmente le posizioni dei bulloni di sospen-
sione e le aperture dei tubi (tubo di drenaggio e cavo di collegamento).
Posizione di foratura per il bullone di sospensione
Posizione di foratura per i tubi
Mascherina
Parete
Soffi tto
3.3.3. Posizione dei bulloni di sospensione al soffitto
Fig. A
30 mm Passo dei bulloni di sospensione 1.600 mm
30 mm
Dimensioni
(spazio ne-
cessario per
l'installazione)
10 mm
155 mm
300 mm
UNITÀ INTERNA
(VISTA DALL'ALTO)
UNITÀ INTERNA
Il bullone di sospensione deve
sporgere all'esterno di 30 - 75 mm.
[Per installazione a scomparsa parziale]
• Il passo del bullone di sospensione deve essere come indicato nella Fig. A.
40 mm
Apertura nel soffi tto: 1.580 mm
40 mm
Pannello
a soffi tto
UNITÀ INTERNA
Apertura nel soffi tto: 640 mm
15 mm
Pannello a soffi tto
Il bullone di
sospensione deve
sporgere all'esterno
di 30 - 50 mm.
3.3.4. Selezione della direzione delle tubazioni
Selezionare la direzione della tubazione di collegamento e della tubazione di drenaggio.
Tubazione verso l'alto
(solo tubo di collegamento)
Tubazione
destra
Tubazione verso
sinistra retro (solo
tubo di drenaggio)
Tubazione verso
sinistra (solo tubo di
drenaggio)
UNITÀ INTERNA (VISTA DALL'ALTO)
Tagliare le sbavature all'uscita della tubazione
con un seghetto o un attrezzo analogo.
Tubazione verso
destra retro
It-4
3.3.6. Installazione dell'unità interna
(1) Sollevare l'unità facendo passare i bulloni di sospensione attraverso gli elementi di
sospensione ai lati (4 punti), quindi far scivolare indietro l'unità.
Soffi tto
Parete
Pannello a soffi tto
Parete
UNITÀ INTERNA
(2) Fissare l'unità interna in sede serrando i bulloni speciali “B” e i dadi M10. Controllare
che l'unità sia fi ssata saldamente e non si muova avanti e indietro.
[Per installazione a scomparsa parziale]
Quando si installa l'unità interna in posizione di scomparsa parziale, raff orzarne imperati-
vamente l'isolamento (da acquistare in loco) su tutti i lati. Se l'unità non viene perfettamen-
te isolata, può gocciolare acqua.
UNITÀ INTERNA
(Vista dall'alto)
Parete
Pannello a soffi tto
Lana di vetro isolante (da acquistare in loco)
(spessore da 10 a 20 mm)
ATTENZIONE
Per controllare lo drenaggio, utilizzare imperativamente una livella durante
l'installazione dell'unità interna. Se il punto in cui viene installata l'unità interna non è
piano, possono verifi carsi perdite d'acqua.
4. INSTALLAZIONE DEI TUBI
ATTENZIONE
Fare ancora più attenzione che per i modelli con refrigerante R410A ad evitare la
penetrazione di corpi estranei (olio, acqua, ecc.) nei tubi. Quando si ripongono i tubi,
inoltre, chiuderne bene le aperture con nastro, ecc.
Quando si saldano i tubi, utilizzare azoto secco.
4.1. Scelta del materiale per i tubi
ATTENZIONE
Non utilizzare i tubi esistenti di un altro sistema di refrigerazione o refrigerante.
Utilizzare tubi le cui parti esterne ed interne siano pulite ed esenti dalla presenza
di sostanze che possono porre problemi durante l'uso, come zolfo, ossido, polvere,
trucioli, olio o acqua.
Occorre utilizzare tubi in rame senza saldature.
Materiale: tubi senza saldature in rame disossidato al fosforo. È auspicabile che la
quantità di olio residuo sia inferiore a 40 mg/10 m.
Non utilizzare tubi in rame con parti appiattite, deformate o scolorite (in particolare
sulla superfi cie interna). La valvola di espansione o il tubo capillare possono altrimenti
rimanere ostruiti da impurità.
[Per
Tubazione posteriore sinistra,
Tubazione sinistra]
• Spostare il tappo di drenaggio e la relativa guarnizione.
Guarnizione del tappo di drenaggio
Tappo di drenaggio
Unità interna
Vaschetta di drenaggio
Guarnizione del tappo di drenaggio
Tappo di drenaggio
Premere fi no in fondo il tappo
(insistendo fi no all'arresto).
foro preformato
(per il tubo fl essibile di drenaggio)
Unità interna
ATTENZIONE
Nel rimuovere l'apertura preformata, fare attenzione a non danneggiare le parti
interne dell'unità interna e la zona circostante (cassa esterna).
Nel praticare l'apertura preformata, fare attenzione a non ferirsi con sbavature, ecc.
3.3.5. Esecuzione dei fori e fissaggio dei bulloni di sospensione
(1) Praticare fori di ø25 mm nelle posizioni dei bulloni di sospensione.
(2) Installare i bulloni, quindi fi ssare momentaneamente i dadi speciali A e B e un normale
dado M10 su ciascun bullone. (I 2 dadi speciali sono in dotazione con l'unità. Il dado
M10 deve essere acquistato in loco).
Serraggio dei bulloni
Da 980 a 1.470 N (da 100 a 150 kgf)
Pannello a soffi tto
Da 10 a 15 mm
Dado speciale A (Accessori)
Dado speciale B (Accessori)
Dado M10 (da acquistare in loco)
[Se si utilizzano bulloni di ancoraggio]
(1) Praticare i fori per i bulloni di ancoraggio nei punti in cui si posizioneranno i bulloni di
sospensione. Precisiamo che i bulloni di ancoraggio sono bulloni M10 (da acquistare
in loco).
(2) Installare i bulloni di ancoraggio, quindi ssare temporaneamente il dado speciale “B”
(accessori) e un dado M10 da procurarsi in loco a ciascuno dei bulloni.
Serraggio dei bullo-
ni di ancoraggio
Da 980 a 1.470 N
(da 100 a 150 kgf)
Bullone di ancoraggio M10
(da acquistare in loco)
Soffi tto
Dado speciale B
(accessori)
Dado M10
(da acquistare in loco)
Da 10 a 15 mm
It-5
ATTENZIONE
Una selezione inadeguata dei tubi compromette le prestazioni. Poiché nei
condizionatori d'aria con refrigerante R410A la pressione è superiore rispetto ai
modelli che utilizzano refrigerante convenzionale (R22), è necessario scegliere
materiali adeguati.
Gli spessori dei tubi in rame utilizzati con l'R410A sono indicati nella tabella.
Non utilizzare mai tubi in rame più sottili di quanto indicato nella tabella, anche se sono
disponibili sul mercato.
Spessori dei tubi in rame ricotti (R410A)
Diametro esterno del tubo [mm (poll.)] Spessore [mm]
6,35 (1/4) 0,80
9,52 (3/8) 0,80
12,70 (1/2) 0,80
15,88 (5/8) 1,00
19,05 (3/4) 1,20
4.2. Requisiti relativi ai tubi
ATTENZIONE
Per l'indicazione della lunghezza del tubo di collegamento o della diff erenza di livello,
consultare il Manuale di installazione dell'unità esterna.
• Utilizzare tubi con isolamento termico impermeabile.
ATTENZIONE
Installare l'isolamento termico sia intorno al tubo del gas che intorno al tubo del
liquido. In caso contrario possono prodursi perdite d'acqua.
Utilizzare un isolamento termico che resista a temperature superiori a 120°C (solo
modello a ciclo inverso). Inoltre, se è possibile che il livello di umidità nel luogo
d'installazione della tubazione del refrigerante superi il 70%, installare l'isolamento
termico anche attorno alla tubazione del refrigerante.
Se il livello di umidità previsto raggiunge una percentuale compresa tra il 70 e l’80%,
utilizzare un isolamento termico di spessore minimo pari a 15 mm; se supera l'80%,
utilizzare un rivestimento termico di spessore pari ad almeno 20 mm. Se lo spessore
del rivestimento termico utilizzato è inferiore a quello specifi cato, si può formare
condensa sulla superfi cie dell'isolamento.
Utilizzare inoltre un isolamento termico con conduttività termica pari al massimo a
0,045 W/(m·K) (a 20 °C).
4.3. Connessione a cartella (raccordo tubi)
AVVERTENZA
Serrare i dadi svasati con una chiave dinamometrica secondo il metodo di serraggio
specifi cato. Altrimenti, i dadi svasati possono spezzarsi dopo un lungo periodo, con
conseguente perdita di refrigerante e formazione di gas pericoloso in caso di contatto
con fi amme.
4.3.1. Svasatura
Utilizzare lo speciale attrezzo per svasatura esclusivo per l'R410A.
(1) Con un tagliatubi, tagliare il tubo di collegamento alla lunghezza necessaria.
(2) Tenere il tubo rivolto verso il basso, in modo che i trucioli non penetrino all'interno, ed
eliminare tutte le sbavature.
(3) Inserire il dado svasato (utilizzare sempre il dado svasato fornito, rispettivamente,
con l'unità interna e con l'unità esterna o con l'unità di derivazione del refrigerante) sul
tubo ed eseguire la svasatura con l'apposito attrezzo. Utilizzare l'apposito attrezzo per
svasatura R410A. Se si utilizzano dadi svasati diversi da quelli indicati, potrebbero
verifi carsi perdite di refrigerante.
(4) Proteggere i tubi stringendoli oppure utilizzando del nastro onde evitare che polvere,
sporcizia o acqua penetrino all'interno.
Verifi care che [L] sia svasato in
modo uniforme e non presenti
fenditure o graffi .
Stampo
Tubo
A
B
Diametro esterno del tubo
[mm (poll.)]
Dimensione A [mm]
Dimensione B
-
0
0,4
[mm]
Attrezzo per svasatura per
R410A, tipo a frizione
6,35 (1/4)
Da 0 a 0,5
9,1
9,52 (3/8) 13,2
12,70 (1/2) 16,6
15,88 (5/8) 19,7
19,05 (3/4) 24,0
Se per la svasatura di tubi di refrigerante R410A si utilizzano attrezzi per svasatura ordina-
ri (R22), per ottenere la svasatura specifi cata la dimensione A deve essere circa 0,5 mm
superiore al valore indicato nella tabella (per la svasatura con attrezzi per svasatura per
l'R410A). Per misurare la dimensione A, utilizzare un raccordo di spessore. Si consiglia
l'utilizzo di un attrezzo per svasatura R410A.
Diametro esterno
del tubo [mm (poll.)]
Larghezza tra le facce
del dado svasato [mm]
6,35 (1/4) 17
9,52 (3/8) 22
12,70 (1/2) 26
15,88 (5/8) 29
19,05 (3/4) 36
4.3.2. Piegatura dei tubi
• I tubi possono essere piegati a mano o con l'apposito attrezzo. Fare attenzione a non
appiattirli.
• Non curvare i tubi ad un angolo superiore a 90°.
• Se i tubi vengono ripetutamente piegati o tirati, il materiale si indurirà, rendendo diffi cile
piegarli o tirarli ulteriormente. Non piegare o tirare i tubi più di 3 volte.
ATTENZIONE
Evitare pieghe a gomito particolarmente acute per non rischiare di spezzare i tubi.
Un tubo piegato più volte nello stesso punto si spezzerà.
4.3.3. Raccordo tubi
(1) Rimuovere la guida del fi ltro.
Unità interna
Guida del fi ltro
(2) Fissare il tubo di collegamento.
Unità interna
Tubo grande
Tubo piccolo
Per i collegamenti delle
Tubazioni verso l'alto e delle
Tubazioni verso destra,
utilizzare il tubo ausiliario (tubo del gas) fornito.
Tubazione verso l’alto
Tubo di collegamento (gas)
Unità interna (retro)
Tubo di collegamento (gas)
Tubazione destra
Tubo ausiliario (tubo del gas)
(accessori)
Larghezza tra
le facce
It-6
Unità interna
Unità interna
Unità interna
Isolamento termico accoppiatore
(grande) (accessori)
Tubo di collegamento (gas)
Tubo di collegamento (piccolo) (liquido)
Isolamento termico accoppiatore (piccolo)
(accessori)
Fascetta serracavi (extra grande)*
(accessori)
Non devono
rimanere spazi
Isolamento termico accoppiatore
Fascetta serracavi (grande)
(accessori)
Tubo di collegamento (gas)
Tubo di collegamento (liquido)
Nastro di vinile
* Se si utilizza un tubo ausiliario (accessori), è necessario che i 2 dispositivi di fi ssaggio
utilizzati vengano isolati nello stesso modo.
5. INSTALLAZIONE DEI TUBI DI DRENAGGIO
Utilizzare un tubo di cloruro di polivinile rigido e collegarlo con adesivo (cloruro di polivini-
le) in modo che non vi siano perdite.
Isolare sempre termicamente il lato interno del tubo fl essibile di drenaggio.
Utilizzare un tubo di drenaggio che corrisponda alle dimensioni del tubo essibile di dre-
naggio.
Evitare rialzi, ostacoli e scarichi di aria.
Predisporre una pendenza (almeno 1/100).
Utilizzare sostegni per l'installazione di tubi lunghi.
Utilizzare il necessario materiale isolante per evitare il congelamento dei tubi.
Installare i tubi in maniera da consentire la rimozione della scatola di comando.
Isolare sempre termicamente (isolamento con spessore minimo di 8 mm) il lato interno
del tubo di drenaggio.
Diam. est.
Tubo di drenaggio 32 mm (VP25)
Tubo di
drenaggio
Disporre il tubo di drenaggio più
in basso rispetto a questo punto.
Sostegno
Da 1,5 a 2 m
CORRETTO
CORRETTO
Ondulato
Estremità in acqua
Sollevato
NON CONSENTITO
ATTENZIONE
Tenere la chiave dinamometrica all'impugnatura, mantenendola a un'angolazione
corretta con il tubo, per poter serrare correttamente il dado svasato.
Dopo aver serrato adeguatamente il dato svasato a mano, mantenere la giunzione dal lato
del corpo con una chiave fi ssa distinta, quindi serrare con la chiave dinamometrica.
Tubo di collegamento
Chiave dinamometrica
Tubo dell'unità interna
(lato corpo)
Serrare con 2 chiavi.
Chiave per bloccaggio
Dado svasato
Dado svasato [mm (poll.)] Coppia di serraggio [N·m (kgf·cm)]
Dia. 6,35 (1/4) Da 16 a 18 (da 160 a 180)
Dia. 9,52 (3/8) Da 32 a 42 (da 320 a 420)
Dia. 12,70 (1/2) Da 49 a 61 (da 490 a 610)
Dia. 15,88 (5/8) Da 63 a 75 (da 630 a 750)
Dia. 19,05 (3/4) Da 90 a 110 (da 900 a 1.100)
ATTENZIONE
Fare attenzione a installare correttamente il tubo sull'apertura dell'unità interna
e dell'unità esterna. Se il centraggio non è adeguato, non si riuscirà a serrare
agevolmente il dado svasato. Se il dado svasato viene forzato, i letti risulteranno
danneggiati.
Non rimuovere il dado svasato dal tubo dell'unità interna se non immediatamente
prima di collegare il tubo di collegamento.
Non utilizzare olio minerale sulla parte svasata. Evitare che olio minerale penetri
all'interno del sistema, in quanto ciò ridurrebbe la durata utile delle unità.
4.4. Installazione dell'isolamento termico
Installare il materiale di isolamento termico dopo essersi assicurati che non vi siano
perdite di refrigerante (per informazioni dettagliate, consultare il Manuale di installazione
dell'unità esterna).
Isolamento termico accoppiatore
Disporre l'isolamento termico accoppiatore (Accessori) intorno al tubo del gas e al tubo
del liquido dal lato unità interna.
Dopo aver installato l'isolamento termico accoppiatore, avvolgere entrambe le estremità
di nastro in vinile in modo che non vi siano aperture.
Dopo aver posizionato l'isolamento termico accoppiatore, fi ssarlo con 2 fascette
serracavi, una su ogni lato dell'isolamento.
Fare in modo che le fascette serracavi siano sovrapposte al tubo con l'isolamento
termico.
Fissare infi ne il tubo di collegamento (liquido) al tubo di collegamento (gas) avvolgendo
nastro in vinile sull'isolamento termico dell'accoppiatore (gas) e l'isolamento termico
dell'accoppiatore (liquido).
ATTENZIONE
Eseguire quanto descritto nella presente parte dopo essersi assicurati che non vi
siano perdite di gas (consultare il Manuale di installazione dell'unità esterna).
Installare l'isolamento termico sia intorno al tubo più grande (gas) che intorno a quello
più piccolo (liquido). In caso contrario possono prodursi perdite d'acqua.
It-7
(1) Installare l'isolamento per il tubo di drenaggio.
Eff ettuare l'assemblaggio secondo la modalità descritta qui di seguito.
Apertura di scarico
Fissare il tubo fl essibile di drenaggio (accessori) e la relativa fascetta (accessori)
all'apertura di scarico.
Fascetta del tubo fl essibile
(accessori)
Tubo fl essibile di drenaggio
(accessori)
Lato morbido in PVC
Tubo fl essibile di
drenaggio (accessori)
Da 10 a 15 mm
Fascetta del tubo fl essibile
(accessori)
Lato morbido in PVC
Non lasciare spazio
Vaschetta di
drenaggio
Avvolgere l'elemento isolante del tubo fl essibile di drenaggio attorno al relativo raccor-
do.
Isolamento del tubo fl essibile
di drenaggio (accessori)
Vista dell'apertura del fl essibile
Avvolgere l'isolamento termico fornito attorno
alla fascetta del tubo fl essibile. Fare in modo
che la sovrapposizione si trovi in alto.
100 mm
(2) Per “
Tubazione posteriore destra”: fi ssare il tubo fl essibile di drenaggio con fi lo VT
in modo che il tubo scenda correttamente lungo l'unità interna.
Filo VT (accessori)
Tubo fl essibile di
drenaggio
Unità interna (vista posteriore)
(3) Collegare il tubo di drenaggio.
Lato PVC rigido
Zona di
applicazione
dell'adesivo
Tubo di raccordo
(da acquistare in loco)
4 mm o meno
Tubo di drenaggio (VP25)
(da acquistare in loco)
6. CABLAGGIO
AVVERTENZA
Il cablaggio deve essere effettuato conformemente alle istruzioni del presente Manuale
da una persona autorizzata a norma di legge a livello nazionale o regionale. Utilizzare
tassativamente un circuito dedicato per l'unità.
Un circuito di alimentazione insufficiente o errori di esecuzione nei lavori elettrici posso-
no provocare gravi incidenti come scosse elettriche o incendi.
Prima di iniziare il lavoro, assicurarsi che le unità non siano alimentate.
Utilizzare i cavi di collegamento ed i cavi di alimentazione in dotazione o specificati dal
fabbricante. Collegamenti inadeguati, un isolamento insufficiente o il superamento della
corrente consentita possono essere causa di scosse elettriche o incendi.
Per il cablaggio, utilizzare il tipo di cavi prescritto, collegarli saldamente ed assicurarsi
che le connessioni dei terminali non siano sottoposte a sollecitazioni esterne. Cavi
connessi in maniera inadeguata o non sicura possono provocare gravi incidenti, come il
surriscaldamento dei terminali, scosse elettriche o incendi.
Non modificare i cavi di alimentazione e non utilizzare prolunghe né effettuare derivazio-
ni. Collegamenti inadeguati, un isolamento insufficiente o il superamento della corrente
consentita possono essere causa di scosse elettriche o incendi.
Far corrispondere i numeri della morsettiera e i colori dei cavi di collegamento a quelli
dell'unità esterna (o dell'unità di derivazione del refrigerante). Errori di cablaggio posso-
no portare alla bruciatura delle parti elettriche.
Collegare saldamente i cavi di collegamento alla morsettiera. Fissare inoltre i cavi con
i serracavo. Collegamenti inadeguati, al livello del cablaggio o delle relative estremità,
possono provocare problemi di funzionamento, scosse elettriche o incendi.
Fissare sempre la copertura esterna del cavo di collegamento con il fermacavi. (Se l'ele-
mento d'isolamento è usurato possono verificarsi scariche elettriche).
Installare saldamente il coperchio della scatola elettrica sull'unità. Se il coperchio della
scatola elettrica non viene installato correttamente, possono verificarsi gravi incidenti
come scosse elettriche o incendi in seguito all'esposizione a polvere o acqua.
Inserire dei manicotti in tutti i fori praticati nelle pareti per il cablaggio. Possono altrimen-
ti verificarsi cortocircuiti.
Installare un interruttore differenziale con messa a terra. Inoltre, installare l'interruttore
differenziale con messa a terra in modo che venga interrotta al tempo stesso l'intera
alimentazione CA. Possono altrimenti verificarsi scosse elettriche o incendi.
Collegare sempre il cavo di messa a terra.
Una messa a terra inadeguata può provocare scosse elettriche.
Installare i cavi del telecomando in modo da non doverli toccare direttamente con le
mani.
Eseguire il lavoro di cablaggio in conformità con le norme, in modo che il condizionatore
d'aria possa essere utilizzato in modo sicuro e corretto.
Fissare bene il cavo di collegamento alla morsettiera. Un'installazione eseguita in
maniera non corretta può provocare incendi.
Se il cavo di alimentazione è danneggiato, va sostituito dal produttore, dal suo agente
tecnico o da altre persone qualificate al fine di evitare un pericolo.
It-8
ATTENZIONE
Eseguire la messa a terra dell'unità.
Non collegare il cavo di terra a un tubo del gas, un tubo dell'acqua, un parafulmine o un
filo di terra del telefono.
Una messa a terra inadeguata può dar luogo a scosse elettriche.
Non collegare cavi di alimentazione ai terminali di trasmissione o del telecomando, in
quanto si danneggerebbe il prodotto.
Non affastellare mai il cavo di alimentazione e quello di trasmissione insieme al cavo del
telecomando.
Allontanare questi cavi di almeno 50 mm l'uno dall'altro.
L'affastellamento di questi cavi provocherebbe problemi di funzionamento o guasti.
Quando si maneggia la scheda a circuiti stampati, l'elettricità statica accumulatasi
sul corpo può compromettere il funzionamento della scheda. Seguire le precauzioni
indicate qui di seguito:
• Creare la messa a terra per le unità interne ed esterne ed i dispositivi periferici.
• Disattivare l'alimentazione (interruttore generale).
• Per scaricare l'elettricità statica accumulatasi sul corpo, toccare la parte metallica
dell'unità interna per più di 10 secondi.
• Non toccare i terminali delle parti e dei circuiti della scheda a circuiti stampati.
6.1. Requisiti elettrici
Tensione di funzionamento
230 V
Intervallo di funzionamento
Da 198 a 264 V (50 Hz)
Da 198 a 253 V (60 Hz)
Selezionare tipo e dimensioni del cavo di alimentazione in conformità alle relative nor-
mative locali e nazionali.
• Le specifi che per il cablaggio locale del cavo di alimentazione e delle derivazioni devono
essere conformi al codice locale.
• Lungh. massima li: impostare una lunghezza che comporti un calo di tensione inferiore
al 2%. Se la lunghezza dei fi li è eccessiva, aumentare il diametro dei fi li.
È necessario installare un interruttore in ogni sistema refrigerante. Non utilizzare l’interrut-
tore per un sistema refrigerante diverso.
Consultare la tabella delle specifi che dell'interruttore in funzione delle condizioni d'instal-
lazione. Eseguire il cablaggio di alimentazione incrociato entro i limiti dello stesso sistema
refrigerante. Terminato il cablaggio incrociato, eff ettuare un collegamento per le unità in-
terne rispettando le condizioni A e B specifi cate di seguito.
A. Requisiti dell'interruttore di corrente
Modello MCA MFA
AB*A030GTEH 0,52 A
20 A
AB*A036GTEH 0,66 A
AB*A045GTEH 0,98 A
AB*A054GTEH 1,32 A
MCA: portata di corrente minima in circuito
MFA: portata di corrente del fusibile principale
Terminato il cablaggio di alimentazione incrociato, fare in modo che il totale della MCA
delle unità di derivazione del refrigerante e delle unità interne collegate non superi i 15
A. Per le unità di derivazione del refrigerante e la MCA, fare riferimento al manuale di
installazione dell'unità di derivazione del refrigerante.
Se la capacità delle unità di derivazione del refrigerante e delle unità interne supera il
limite massimo, aggiungere interruttori o utilizzare un interruttore con ampia capacitanza.
B. Requisiti dell'interruttore diff erenziale con messa a terra
Capacità interruttore
* Numero massimo di “unità interne” o
“unità interne + unità di derivazione del
refrigerante” collegabili
30 mA, 0,1 sec o inferiore 44 o meno
100 mA, 0,1 sec o inferiore Da 45 a 148 **
* Tipo pompa di calore: unità interne, Tipo recupero del calore: unità interne e unità di
derivazione del refrigerante.
** Se l’interruttore con capacità da 100 mA non è fornito in dotazione, suddividere il
numero delle unità interne in piccoli gruppi da 44 unità o meno e dotare ciascun gruppo
di un interruttore con capacità da 30 mA.
6.1.1. Specifiche cavi
Seguire le specifi che elencate di seguito per il cavo di alimentazione, di trasmissione e del
telecomando.
Dimensioni
cavi raccoman-
date (mm
2
)
Tipo di cavo Osservazione
Cavo di
alimentazione
2,5
Tipo 60245 IEC57
o equivalente
2 cavo + messa a terra
Cavo di
trasmissione
0,33
Cavo compatibile
LONWORKS
22 AWG
LIVELLO 4 (NEMA)
non polarizzato, 2
nuclei, a doppino in-
trecciato nucleo pieno,
diametro 0,65 mm
Cavo del teleco-
mando
(tipo a 2 fi li)
Da 0,33 a 1,25
Cavo con guai-
na in PVC*
Non polare a 2 anime
a doppino intrecciato
*: Per il telecomando, utilizzare un cavo schermato conforme alle norme locali.
6.2. Metodo di cablaggio
Esempio
*2 *2
*2
*3 *3 *3
Unità esterna o unità di derivazione del refrigerante *1
Trasmissione
Trasmissione
Unità interna
Telecomando
(principale)
Alimentazione
Unità interna
Unità interna
Alimentazione
Teleco-
mando
Interruttore
Interruttore
Interruttore
Telecomando
(secondario)
Telecomando
*1: Per il collegamento al sistema di recupero del calore, consultare il manuale di installa-
zione dell'unità di derivazione del refrigerante.
*2: Procedere alla messa a terra del telecomando se dotato di un cavo di messa a terra.
*3: Il telecomando di tipo a 3 fili non viene utilizzato.
(Cablaggio di alimentazione incrociato)
Unità interna
Scatola di
estrazione
Scatola di
estrazione
Alimentazione Alimentazione Alimentazione
Unità interna Unità interna
Interruttore
Alimentazione
6.3. Cablaggio dell'unità
Prima di fi ssare il cavo alla morsettiera.
6.3.1. Cavo di alimentazione
Regolare la lunghezza del cavo di alimentazione per evitare tensione eccessiva facendo
riferimento alla fi gura qui sotto.
Cavo di messa
a terra
20 mm
45 mm
A. Per i cavi a nucleo pieno
(1) Per collegare il terminale, seguire lo schema illustrato di seguito e collegarlo dopo
averlo avvolto attorno all'estremità del cavo.
(2) Utilizzare i cavi specifi cati, collegarli saldamente e fi ssarli in modo da non creare
sollecitazioni sui terminali.
(3) Utilizzare un cacciavite adeguato per serrare le viti del terminale. Non utilizzare un
cacciavite troppo piccolo, altrimenti si rischia di danneggiare le teste delle viti e di non
riuscire a serrarle adeguatamente.
(4) Non serrare eccessivamente le viti dei terminali; vi è il rischio che si spezzino.
(5) Per le coppie di serraggio delle viti dei terminali, consultare la tabella.
(6) Non fi ssare 2 cavi di alimentazione con 1 sola vite.
Spelare 25 mm
Avvolgere
Vite con rondella
speciale
Vite con rondella
speciale
Estremità del cavo
(avvolgimento)
Cavo
Cavo
Morsettiera
Estremità del cavo
(avvolgimento)
It-9
AVVERTENZA
Non utilizzare il terminale ad anello con i cavi a nucleo pieno. Se si utilizzano cavi a
nucleo pieno con il terminale ad anello, il collegamento a pressione del terminale ad
anello potrebbe non funzionare correttamente, con conseguente surriscaldamento
anomalo dei cavi.
B. Per il cablaggio con cavi a trefoli
(1) Per il collegamento alla morsettiera, utilizzare terminali ad anello con guaine isolanti
come illustrato nella fi gura in basso.
(2) Fissare saldamente i terminali ad anello ai cavi utilizzando un apposito attrezzo, onde
evitare che i cavi si allentino.
(3) Utilizzare i cavi specifi cati, collegarli saldamente e fi ssarli in modo da non creare
sollecitazioni sui terminali.
(4) Utilizzare un cacciavite adeguato per serrare le viti del terminale. Non utilizzare un
cacciavite troppo piccolo, altrimenti si rischia di danneggiare le teste delle viti e di non
riuscire a serrarle adeguatamente.
(5) Non serrare eccessivamente le viti dei terminali; vi è il rischio che si spezzino.
(6) Per le coppie di serraggio delle viti dei terminali, consultare la tabella.
(7) Non fi ssare 2 cavi di alimentazione con 1 sola vite.
Manicotto
Spelare 10 mm
Vite con rondella
speciale
Vite con rondella
speciale
Terminale ad
anello
Cavo
Morsettiera
Cavo
Terminale ad anello
Terminale
ad anello
AVVERTENZA
Utilizzare terminali ad anello e serrare le viti dei terminali alle coppie specificate;
può altrimenti verifi carsi un surriscaldamento anomalo, con il rischio di gravi danni
all'interno dell'unità.
Coppia di serraggio
Vite M4
(Alimentazione/L, N, messa a terra)
Da 1,2 a 1,8 N·m
(da 12 a 18 kgf·cm)
6.3.2. Cavo di trasmissione e del telecomando
Cavo di trasmissione Cavo del telecomando
Cavo scher-
mato (senza
pellicola)
30 mm
40 mm
30 mm
Collegare il cavo di trasmissione e il cavo del telecomando come illustrato nella Fig. B.
Quando i 2 cavi sono collegati.
Fig. B
CORRETTO NON CONSENTITO
Diametro diverso Collegare a 1 lato
AVVERTENZA
Serrare le viti dei terminali alle coppie specificate; può altrimenti verificarsi un
surriscaldamento anomalo, con il rischio di gravi danni all'interno dell'unità.
Coppia di serraggio
Vite M3 (trasmissione/X1, X2)
(Telecomando/Y1, Y2)
Da 0,5 a 0,6 N m
(da 5 a 6 kgf cm)
ATTENZIONE
Per togliere la pellicola al cavo sotto piombo, utilizzare un apposito attrezzo che non
danneggi il cavo conduttore.
Nell'installare le viti sulla morsettiera, non tagliare il cavo serrando eccessivamente
la vite. D'altro canto, una vite non suffi cientemente serrata può provocare problemi di
contatto, con conseguenti problemi di comunicazione.
6.4. Collegamento del cablaggio
(1) Togliere le 2 viti fi lettate e tirare verso il basso la scatola di comando.
Unità interna
Scatola di comando
Vite fi lettata
(2) Togliere le coperture A e B. Installare il cavo di collegamento.
Copertura A
Copertura B
Scatola di comando
(3) Dopo aver portato a termine il lavoro di cablaggio, bloccare in sede il cavo di alimenta-
zione con la fascetta serracavi (accessori).
Y1,Y2:
Cavo del telecomando
X1, X2:
Cavo di trasmissione
L, N: Cavo di alimentazione
Fermacavi
Terra (Messa a terra)
Fascetta serracavi
(media) (accessori)
It-10
6.5. Cablaggio componenti opzionali
6.5.1. Disposizione della scheda a circuiti stampati dell’unità interna
CN820CN65
CNB01 CNA01 CNA03
CNA02
CN106
CNA04
CNA05
SW1
SW2
SW3
SW4
Spia alimentazione
(verde)
Interruttore DIP
(SET 2)
OFF ON
Scheda a circuiti
stampati del controller
Alimentazione scheda a
circuiti stampati
Nome Applicazione
Spia alimentazione (verde) Indica lo stato dell’alimentazione. Consultare il paragrafo
“Stato spia alimentazione” di seguito.
CNA01 Utilizzare il voltaggio del
terminale
Per input esterno
CNA03
CNA02 Terminale contatto a secco
CNA04
Interruttore DIP SET 2
(SW2)
Commutazione tipo di
segnale di input
CNB01 Terminale output Per output esterno
CN65 Per uno dei seguenti.
• Convertitore MODBUS® (*1)
• Adattatore LAN wireless (*1)
CNA05 Per Unità pompa di drenaggio (*1)
CN106
CN820 Per Unità di alimentazione esterna (*1)
*1: Per maggiori dettagli, fare riferimento a ciascun manuale di installazione.
6.5.2. Stato spia alimentazione
Spia alimentazione (verde) Descrizione stato
Accesa
Si accende quando viene attivata l'alimentazione.
Lampeggiamento rapido (ogni
0,1 secondi)
Si è verificato un guasto nella scheda di comunica-
zione o nella scheda principale.
Lampeggiamento (3 secondi
consecutivi ACCESA e 1
secondo SPENTA)
L’unità interna si spegne e l’alimentazione viene
fornita dall’Unità di alimentazione esterna (opzionale)
alla scheda a circuiti stampati dell’unità interna.
6.5.3 Metodi di collegamento
Modifica del cavo per cavo di
input/output esterno
(1) Rimuovere l'elemento isolante dal
cavo che è collegato al connettore
del cavo in dotazione.
(2) Rimuovere l'elemento isolante dal
cavo fornito in loco. Utilizzare un
connettore isolato di tipo crimpato
per unire il cavo e il cavo in dota-
zione.
(3) Collegare il cavo con il cavo di
collegamento con una lega per
saldatura.
IMPORTANTE:
isolare il collegamento tra i cavi.
Da acquistare
in loco
Saldare e isolare le parti collegate.
Connettore del cavo in dotazione
(componenti opzionali)
Disposizione cavi
Nella figura seguente è illustrato il collegamento di tutti i possibili connettori.
Durante l'effettiva installazione non è possibile collegare contemporaneamente tutti i
connettori.
Fascetta serracavi (da acquistare in loco)
Fissacavi
6.6. Input esterno e output esterno (componenti opzionali)
(1) Input esterno
L'unità interna può essere impostata in modalità Funzionamento/Arresto, Arresto di
emergenza o Arresto forzato utilizzando la scheda a circuiti stampati CNA01 o CNA02
dell'unità interna.
La modalità “Funzionamento/Arresto”, la modalità “Arresto di emergenza” o la modalità
“Arresto forzato” possono essere selezionate tramite l'impostazione delle funzioni
dell'unità interna.
L'unità interna può essere messa in Disinserimento forzato da termostato utilizzando la
scheda a circuiti stampati CNA03 o CNA04 dell'unità interna.
Utilizzare un cavo a doppino intrecciato (22 AWG). La lunghezza massima del cavo è di
150 m.
Utilizzare un cavo di output e input esterno con le dimensioni esterne adeguate, a
seconda del numero di cavi da installare.
Il collegamento del cavo deve essere separato dalla linea del cavo di alimentazione.
Selezione input
Utilizzare uno tra questi tipi di terminale a seconda dell'applicazione. (Entrambe le tipolo-
gie di terminali non possono essere utilizzate contemporaneamente).
● Utilizzare il voltaggio del terminale ([CNA01], [CNA03])
Quando è necessario erogare energia al dispositivo di input che si desidera collegare,
utilizzare il voltaggio del terminale ([CNA01], [CNA03]).
Dispositivo
input 1
Dispositivo
input 2
Dispositivo
input 3
Resistenza
carico
Resistenza
carico
Resistenza
carico
*1
Alimentazione CC
da 12 a 24 V
unità collegata
*a
*a
*a
Scheda a cir-
cuiti stampati
CNA01
CNA03
*b
*1 Impostare l'alimentazione da 12 a 24 V in CC. Selezionare una capacità di alimenta-
zione con un ampio avanzo per il carico collegato.
Non introdurre un voltaggio superiore ai 24 V nei pin 1-2 e 1-3.
*a La corrente consentita è compresa tra 5 mA e 10 mA CC. (corrente consigliata: CC 5mA)
Somministrare una resistenza di carico tale che la corrente sia di 10 mA CC o inferiore.
Selezionare contatti di utilizzazione a bassa corrente (utilizzabili a 12 V CC, 1 mA CC o
inferiori).
*b La polarità è [+] per il pin 1 e [-] per i pin 2 e 3. Collegare correttamente.
Quando si eff ettua il collegamento al voltaggio dei terminali di più unità interne con un'unità
collegata, assicurarsi di eff ettuare una derivazione esternamente all'unità interna utilizzando
una scatola di estrazione, ecc. come nell'esempio illustrato di seguito.
Alimentazione CC
da 12 a 24 V
unità collegata
Resistenza
carico
Scheda a circuiti stampati
Scheda a circuiti stampati
CNA01
Scheda a circuiti stampati
Dispositivo
input 1
Dispositivo
input 2
Unità interna
Unità interna
Unità interna
Resistenza
carico
CNA01
CNA01
It-11
● Terminale contatto a secco ([CNA02], [CNA04])
Quando non è necessario erogare energia al dispositivo di input che si desidera collegare,
utilizzare il terminale contatto a secco ([CNA02], [CNA04]).
Scheda a
circuiti stampati
Messa a terra
Ch 1
Ch 3
*c
*c
*c
*d
Ch 2
CNA02
CNA04
unità collegata
*c Selezionare contatti di utilizzazione a bassa corrente (utilizzabili a 12 V CC, 1 mA CC o
inferiori).
*d Il cablaggio è diverso dal voltaggio dei terminali. Prestare particolare cautela durante il
cablaggio.
Quando si eff ettua il collegamento ai terminali con contatto a secco di più unità interne
con una unità collegata, isolare ciascuna unità interna con un relè, ecc. come nell'esem-
pio illustrato di seguito.
Alimentazione per relè
Unità interna
Unità interna
Unità interna
Dispositivo input 2
Dispositivo input 1
K1-K6: relè
(Dispositivo per corrente CC)
Scheda a circuiti stampati
K1
Scheda a circuiti stampati
Scheda a circuiti stampati
CNA02
K2
K3
K4
K5
K6
CNA02
CNA02
NOTA:
Il collegamento diretto a più unità interne può provocare guasti.
Condotta di funzionamento
● Tipo di segnale di input
È possibile selezionare il tipo di segnale di input.
Si modifi ca utilizzando l'interruttore DIP sulla scheda
a circuiti stampati dell'unità interna.
Impulso
L'ampiezza dell'impulso
deve essere maggiore
di 200 m sec.
Valle
Interruttore DIP
[impostazione 2 SW2]
Tipo di segnale
di input
OFF (impostazione di fabbrica) Valle
ON Impulso
Quando l'impostazione di funzionamento è in modalità “Funzionamento/
Arresto”.
[In caso di input “a valle”]
Connettore Segnale di input Comando
Ch1 di CNA01 o CNA02
OFF → ON Funzionamento
ON → OFF Arresto
[In caso di input “a impulsi”]
Connettore Segnale di input Comando
CNA01 o CNA02
Ch1 OFF → ON Funzionamento
Ch2 OFF → ON Arresto
* L'ultimo comando ha la priorità.
* Le unità interne all'interno dello stesso gruppo di telecomando funzionano nella stessa
modalità.
Quando l'impostazione di funzionamento è in modalità “Arresto di emergenza”.
[In caso di input “a valle”]
Connettore Segnale di input Comando
Ch1 di CNA01 o CNA02
OFF → ON Arresto di emergenza
ON → OFF Normale
[In caso di input “a impulsi”]
Connettore Segnale di input Comando
CNA01 o CNA02
Ch1 OFF → ON Arresto di emergenza
Ch2 OFF → ON Normale
* Tutte le unità interne dello stesso sistema refrigerante si arrestano quando si seleziona
l'Arresto di emergenza.
Quando l'impostazione di funzionamento è in modalità “Arresto forzato”.
[In caso di input “a valle”]
Connettore Segnale di input Comando
Ch1 di CNA01 o CNA02
OFF → ON Arresto forzato
ON → OFF Normale
[In caso di input “a impulsi”]
Connettore Segnale di input Comando
CNA01 o CNA02
Ch1 OFF → ON Arresto forzato
Ch2 OFF → ON Normale
* Quando si innesca l'arresto forzato, l'unità interna si arresta e l'operazione di
Funzionamento/Arresto da telecomando è limitata.
* Quando si utilizza la funzione di arresto forzato con un gruppo del telecomando,
collegare la medesima attrezzatura a ciascuna unità interna del gruppo.
• Metodo di selezione delle funzioni
La modalità “Funzionamento/Arresto”, la modalità “Arresto di emergenza” o la modalità
“Arresto forzato” possono essere selezionate tramite l'impostazione delle funzioni dell'u-
nità interna.
Funzione disinserimento forzato da termostato
[solo input “a valle”]
Imposta-
zione delle
funzioni
Connettore Segnale di input Comando
60-00
Ch3 di CNA03 o
CNA04
OFF → ON Termostato disinserito
ON → OFF Normale
Funzione rilevamento perdita di refrigerante (solo per la serie J-IIIL)
[solo input “a valle”]
Imposta-
zione delle
funzioni
Connettore Segnale di input Comando
60-09
Ch3 di CNA03 o
CNA04
OFF → ON Nessun comando
ON → OFF Perdita di refrigerante
(2) Output esterno
Utilizzare un cavo a doppino intrecciato (22AWG). La lunghezza massima del cavo è di
25 m.
Utilizzare un cavo di output e input esterno con le dimensioni esterne adeguate, a
seconda del numero di cavi da installare.
Voltaggio in uscita: alto 12 V ± 2 V CC, basso 0 V.
Corrente consentita: 50 mA
Selezione output
Quando indicatori ecc. sono collegati direttamente
Indicatore
funzionamento
Indicatore
errore
Indicatore dello stato del
ventilatore dell'unità interna
unità collegata
Scheda a cir-
cuiti stampati
CNB
01
Quando viene eff ettuato il collegamento con un'unità dotata di alimentazione
CNB
01
Scheda a cir-
cuiti stampati
Dispositivo
collegato 1
Dispositivo
collegato 2
Dispositivo
collegato 3
unità collegata Relè (da acquistare in loco)
It-12
Condotta di funzionamento
Connettore
Voltaggio
in uscita
Stato
CNB01
Output esterno 1
Pin 1-2
0 V Arresto
CC 12 V Funzionamento
Output esterno 2
Pin 1-3
0 V Normale
CC 12 V Errore
Output esterno 3
Pin 1-4
0 V
Arresto ventilatore unità
interna
CC 12 V
Funzionamento ventilatore
unità interna
6.7. Pompa di drenaggio (componenti opzionali)
• Per il metodo di installazione, fare riferimento al MANUALE DI INSTALLAZIONE della
pompa di drenaggio.
7. IMPOSTAZIONE IN LOCO
Esistono 3 metodi per l'impostazione dell'indirizzo secondo l'IMPOSTAZIONE IN LOCO
come illustrato di seguito.
Impostare utilizzando uno qualsiasi dei metodi.
Ciascun metodo di impostazione è descritto di seguito nei passaggi da (1) a (3).
(1) Impostazioni IU AD, REF AD SW ... Questa sezione (7.1. Impostazione dell’indirizzo)
(2) Impostazioni del telecomando......... Per informazioni dettagliate sull'impostazione, consultare il
manuale del telecomando a fi lo o senza fi li. (Impostare IU AD,
REF AD SW su 0)
(3) Impostazioni indirizzo automatico ... Per informazioni dettagliate sull'impostazione, consultare il
manuale dell'unità esterna. (Impostare IU AD, REF AD SW su 0)
ATTENZIONE
Prima di eseguire l'impostazione in loco, non dimenticare di spegnere l'alimentazione.
7.1. Impostazione dell'indirizzo
Metodo di impostazione manuale dell'indirizzo
L'indirizzo dell'unità interna e l'indirizzo del circuito refrigerante possono essere
impostati anche attraverso il telecomando senza fi li.
ATTENZIONE
Per impostare gli interruttori DIP utilizzare un cacciavite isolato.
IU AD REF AD RC AD
×10 ×1 ×10 ×1
SET3 SET4
Per indirizzo
dell’unità
interna
Per indirizzo del
circuito refrigerante
Impostazione
Intervallo di
regolazione
Tipo di interruttore
Indirizzo dell'u-
nità interna
Da 0 a 63
Esempio di
impostazione
2
IU AD × 10 IU AD × 1
Indirizzo del
circuito refrigerante
Da 0 a 99
Esempio di
impostazione
63
REF AD × 10 REF AD × 1
(1) Indirizzo dell'unità interna
Interruttore rotante (IU AD ×1) ........ Impostazione di fabbrica “0”
Interruttore rotante (IU AD ×10) ...... Impostazione di fabbrica “0”
Quando si collegano più unità interne ad 1 unico sistema refrigerante, impostare
l'indirizzo a IU AD SW come indicato nella Table A.
(2) Indirizzo del circuito refrigerante
Interruttore rotante (REF AD ×1) .... Impostazione di fabbrica “0”
Interruttore rotante (REF AD ×10)
... Impostazione di fabbrica “0”
Se vi sono più sistemi refrigeranti, impostare REF AD SW come indicato nella Table A
per ciascun sistema refrigerante.
Impostare al medesimo indirizzo di circuito refrigerante utilizzato per l'unità esterna.
• Se si lavora in un am-
biente in cui è possibile
utilizzare il telecomando
senza fili, gli indiriz-
zi potranno essere
impostati anche con il
telecomando.
• Se si impostano gli
indirizzi utilizzando il
telecomando senza fili,
impostare l'indirizzo
dell'unità interna e
l'indirizzo del circuito
refrigerante su "00".
(Per informazioni
sull’impostazione
mediante il telecomando
senza fili).
* Non impostare l'indiriz-
zo dell'unità interna (IU
AD SW) da 64 a 99.
Possono verificarsi
guasti.
Table A
Indirizzo
Impostazione
dell'interruttore
rotante
Indirizzo
Impostazione
dell'interruttore
rotante
Circuito
refrigerante
REF AD SW
Unità interna
IU AD SW
x 10 × 1 × 10 × 1
000000
101101
202202
303303
404404
505505
⁞⁞⁞⁞⁞
10 1 0 10 1 0
11 1 1 11 1 1
⁞⁞⁞⁞⁞
99 9 9 63 6 3
7.2. Impostazione di codici personalizzati
La selezione del codice personalizzato consente di evitare confusioni tra le unità interne.
(Fig. B) (È possibile impostare un massimo di 4 codici).
Eseguire l'impostazione sia per l'unità interna che per il telecomando.
Fig. B
Modifi ca codici
Unità interna
Telecomando
Confusione
A B C D
A B C D
Impostazione di codici personalizzati per l'unità interna
Impostare l'interruttore DIP SET 3 SW1, SW2 facendo riferimento alla Table B.
IU AD REF AD RC AD
×10 ×1 ×10 ×1
SET3 SET4
SW 4
SW 3
SW 2
SW 1
Interruttore DIP “SET 3”
ON
OFF
Table B
Codice personalizzato
A (Impostazione
di fabbrica)
BCD
Interruttore DIP
SET 3 SW1
OFF ON OFF ON
Interruttore DIP
SET 3 SW2
OFF OFF ON ON
It-13
7.3. Impostazione delle funzioni
L'IMPOSTAZIONE DELLE FUNZIONI può essere eff ettuata con il telecomando a fi lo o
con il telecomando senza fi li.
(Il telecomando è in opzione)
Per informazioni dettagliate sull'impostazione, consultare il manuale del telecomando a
lo o senza fi li.
Fare riferimento al paragrafo “7.1. Impostazione dell’indirizzo” per le impostazioni
relative all'indirizzo dell'unità interna e all'indirizzo del circuito refrigerante.
Accendere l'unità interna prima di iniziare l'impostazione.
* L'accensione dell'unità interna avvia l'EEV. Pertanto, prima di accendere l'unità,
assicurarsi di aver eff ettuato il test di tenuta delle tubazioni e che all'interno delle
stesse vi sia una depressione.
* Prima di accendere l'unità, controllare inoltre ancora una volta di non aver commesso
errori di cablaggio.
Dettagli delle funzioni
Funzione
Numero
funzione
Numero
impostazione
Impo-
stazione
predefi nita
Dettagli
Intervallo
indicatore
filtro
11
00 Standard
Regola la notifica della scadenza di
pulizia filtro. Se la notifica avviene
troppo presto, passare all'impostazio-
ne 01. Se la notifica avviene troppo
tardi, passare all'impostazione 02.
01 Più lungo
02 Più breve
Azione
dell'indica-
tore filtro
13
00 Abilitazione
Abilita o disabilita l'indicatore filtro.
L'impostazione 02 è destinata all'uso
con un telecomando centrale.
01
Disabilitazione
02
Visualizzazione
esclusivamente
su telecomando
centrale
(Non consentito)
20
(Non consentito)
23
Direzione del
flusso d'aria
in oscillazione
orizzontale
24
00 Standard
Regola la direzione del flusso d'aria
in oscillazione orizzontale.
(Per i modelli dotati di oscillazione
orizzontale)
01 Metà sinistra
02 Metà destra
(Non consentito)
26
(Non consentito)
27
Innesco
temperatura
raffredda-
mento aria
30
00 Standard
Regola la temperatura di innesco
del raffreddamento. Per abbassare
la temperatura di innesco, utilizzare
l'impostazione 01. Per aumentare
la temperatura di innesco, utilizzare
l'impostazione 02.
01 Regolare (1)
02 Regolare (2)
Innesco
temperatura
riscalda-
mento aria
31
00 Standard
Regola la temperatura di innesco
del riscaldamento. Per abbassare
la temperatura di innesco di 6 gradi
C, utilizzare l'impostazione 01. Per
aumentare la temperatura di innesco
di 4 gradi C, utilizzare l'impostazione
02. Per aumentare la temperatura di
innesco, utilizzare l'impostazione 03.
01 Regolare (1)
02 Regolare (2)
03 Regolare (3)
Riavvio
automatico
40
00 Abilitazione
Abilita o disabilita il riavvio automati-
co del sistema dopo un'interruzione
di corrente.
01
Disabilitazione
Prevenzio-
ne raffred-
damento
aria
43
00 Super bassa
Limita il flusso d'aria fredda renden-
dolo più basso quando si avvia la
modalità riscaldamento. Per farlo
corrispondere alla modalità ventilato-
re, impostare 01.
01
Seguire le
istruzioni di im-
postazione sul
telecomando
Controllo
esterno
46
00 Avvio/Arresto
Consente a un controller esterno di av-
viare o di arrestare il sistema, oppure di
procedere a un arresto di emergenza.
* Se un controller esterno esegue un
arresto di emergenza, tutti i sistemi
refrigeranti vengono disabilitati.
* Se viene impostato un arresto forzato,
l'unità interna si arresta tramite l'input
ai terminali di input esterni, e l'Avvio/
Arresto da telecomando è limitato.
01
Arresto di
emergenza
02
Arresto forzato
Destina-
zione di
reporting
errori
47
00 Tutte
Modificare la destinazione per il
reporting degli errori. Il reporting
errori può essere effettuato in tutti i
punti, oppure solo sul telecomando
centrale.
01
Visualizzazione
esclusivamente
su telecoman-
do centrale
Impostazione
ventilatore
quando il
termostato
di raffredda-
mento non è
in funzione
49
00
Seguire le
istruzioni di im-
postazione sul
telecomando
Se impostato su 01, durante il
funzionamento in raffreddamento
il ventilatore si arresta quando il
termostato è posizionato su OFF. È
necessario collegare il telecomando
a filo (tipo a 2 fili o a 3 fili) e attivare il
relativo termistore.
01 Arresto
Funzione di
attivazione/
disattivazio-
ne per input
esterni
60
00
Disinserimen-
to forzato da
termostato
L’impostazione è necessaria se si
collega un dispositivo di rilevamento
perdita di refrigerante. (solo per la
serie J-IIIL)
01
(Non consentito)
02
03
04
05
06
07
08
09
Rilevamento perdi-
ta di refrigerante
(Non consentito)
61 00
(Non consentito)
62 00
Tipo
Modalità
Automatica
68
00
Modalità automati-
ca setpoint singolo
(tradizionale)
Cambia il metodo di impostazione della
modalità automatica a singolo o doppio
(raffreddamento/riscaldamento).
Per i sistemi a pompa di calore, è
necessario impostare l'unità interna
principale (da telecomando a filo).
01
Modalità auto-
matica setpoint
doppio
Funzione
Numero
funzione
Numero
impostazione
Impo-
stazione
predefi nita
Dettagli
Valore banda
morta
69
00 0°C
Scegliere la temperatura minima tra
le impostazioni di riscaldamento e
raffreddamento (banda morta) per la
modalità automatica setpoint doppio
(impostato nel n. 68).
01 0,5°C
02 1,0°C
03 1,5°C
04 2,0°C
05 2,5°C
06 3,0°C
07 3,5°C
08 4,0°C
09 4,5°C
(Non consentito)
70 00
(Non consentito)
72 00
(Non consentito)
73 00
(Non consentito)
74 00
(Non consentito)
75 00
7.3.1. Nome e funzione dei tasti
Spia TIMER (arancione)
Tasto MANUAL AUTO (MANUALE AUTOMATICO)
Spia FUNZIONAMENTO (verde)
Spia FILTRO (rossa)
7.3.2. Verifica delle impostazioni delle funzioni
Per verifi care le impostazioni delle funzioni, premere per 3 secondi il tasto “MANUAL
AUTO” (MANUALE AUTOMATICO) sull'unità interna. Per tornare al normale modo di
funzionamento, si dovrà spegnere prima l'apparecchio.
(1) Indicazione dell'indirizzo dell'unità interna e del refrigerante
Tipo di indicazione
Nome spia
Tipo di indicazione
Indirizzo dell'u-
nità interna
Indirizzo refrigerante
Spia FUNZIONAMENTO (verde) ON
Lampeggiante (1,0 sec AC-
CESA/1,0 sec SPENTA)
Spia TIMER (arancione)
Indirizzo: dieci posizioni (0,5 sec. ACCESA/
0,5 sec. SPENTA)
Spia FILTRO (rossa)
Indirizzo: una posizione (0,5 sec. ACCESA/
0,5 sec. SPENTA)
Esempio di indirizzo dell'unità interna
(esempio) INDIRIZZO: 24
Spia FUNZIO-
NAMENTO
(verde)
Spia TIMER
(arancione)
Spia FILTRO
(rossa)
10 sec.
1 ciclo 12 sec.
8 sec.
ON
OFF
0,5 sec.
0,5 sec. 0,5 sec. 0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec. 0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec. 0,5 sec.
ON
OFF
ON
OFF
ON
Esempio di indirizzo dell'unità interna Esempio di indirizzo del refrigerante
(esempio) INDIRIZZO: 30
Spia FUNZIO-
NAMENTO
(verde)
Spia TIMER
(arancione)
Spia FILTRO
(rossa)
9 sec.
1 ciclo 12 sec.
ON
OFF
1,0 sec. 1,0 sec. 1,0 sec.
1,0 sec. 1,0 sec. 1,0 sec. 1,0 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec. 0,5 sec. 0,5 sec. 0,5 sec.
ON
OFF
ON
OFF
OFF
It-14
Dettagli relativi alle impostazioni
Numero funzione Elemento Numero impostazione
01 Indirizzo dell'unità interna Da 00 a 63
02 Indirizzo refrigerante Da 00 a 99
Per l'uso con il telecomando, posizionare tutti gli interruttori rotanti su 0 e fare riferimento
al paragrafo “7.1. Impostazione dell'indirizzo” per informazioni dettagliate.
In fabbrica, tutti gli interruttori sono posizionati su 0.
(2) Altri
Tipo di indicazione
Nome spia Tipo di indicazione
Spia FUNZIONAMENTO (verde)
Numero funzione; dieci posti
(0,5 sec ACCESA/0,5 sec SPENTA)
Spia TIMER (arancione)
Numero funzione; un posto
(0,5 sec ACCESA/0,5 sec SPENTA)
Spia FILTRO (rossa)
Numero impostazione: (da 0 a 9)
(0,5 sec. ACCESA/0,5 sec. SPENTA)
(esempio) Funzione: 31, Numero impostazione: 2
Spia FUNZIO-
NAMENTO
(verde)
Spia TIMER
(arancione)
Spia FILTRO
(rossa)
11 sec.
10 sec.
9 sec.
1 ciclo 12 sec.
ON
OFF
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec.
0,5 sec. 0,5 sec. 0,5 sec.
ON
OFF
ON
OFF
8. ASPIRAZIONE DI ARIA FRESCA
(1) Aprire il foro preformato per l'aspirazione dell'aria fresca (in caso d'installazione a
scomparsa parziale, aprire invece il foro preformato superiore).
Per installazione a scomparsa parziale
Unità interna
ATTENZIONE
Nel rimuovere la struttura esterna (piastra in ferro), fare attenzione a non danneggiare
le parti interne dell'unità interna e la zona circostante (cassa esterna).
Nel lavorare sulla struttura esterna (piastra in ferro), fare attenzione a non ferirsi con
sbavature, ecc.
(2) Fissare la fl angia tonda (in opzione) alla bocca dell'aria fresca (in caso di installazione
a scomparsa parziale, fi ssarla in alto).
Condotto circolare (componenti opzionali)
[Dopo aver portato a termine le operazioni indicate nel para-
grafo “3.3. Installazione dell'unità”…]
(3) Collegare il condotto alla fl angia rotonda.
(4) Sigillare con una fascetta e nastro in vinile, ecc., in modo che dal punto di collegamen-
to non fuoriesca aria.
Condotto
9. ULTIMAZIONE
(1) Reinstallare le coperture A e B. Fissare quindi in sede la scatola di comando con le 4
viti fi lettate.
Copertura A
Parte superiore copertura A
Parte superiore copertura B
Copertura B
(2) Fissare il cavo del telecomando, il cavo di trasmissione e il cavo di alimentazione, e
applicare i morsetti per cavo. Fare attenzione a posizionare i cavi in modo che non in-
terferiscano con l'apertura e la chiusura della griglia di aspirazione o con la rimozione
e l'installazione dei fi ltri dell'aria.
Fermaglio
Cavo del telecomando
Cavo di trasmissione
Cavo di alimentazione
(3) Chiudere l'uscita delle tubazioni con apposito materiale (stucco, ecc.).
(4) Installare la guida del fi ltro.
(5) Installare le griglie di aspirazione.
(6) Installare le coperture laterali A e B (se è stata eff ettuata un'installazione a scomparsa
parziale dell'unità, installare solo la copertura laterale A).
(7) Installare i fi ltri dell'aria.
10. COLLAUDO
10.1. Collaudo mediante unità esterna (scheda a circuiti
stampati)
Se per il collaudo si intende utilizzare la scheda a circuiti stampati dell'unità esterna,
consultare il Manuale di installazione dell'unità esterna.
10.2. Collaudo mediante utilizzo del telecomando
Se per il collaudo si intende utilizzare il telecomando, consultare il relativo Manuale di
installazione.
Durante il collaudo del condizionatore d'aria, le spie OPERATION (FUNZIONAMENTO)
e TIMER lampeggiano contemporaneamente a ritmo lento.
It-15
11. LISTA DI CONTROLLO
Quando si installano una o più unità interne, controllare i seguenti elementi di verifi ca con
particolare attenzione.
Una volta completata l'installazione, è necessario procedere nuovamente al controllo dei
seguenti elementi di verifi ca.
Elementi di verifi ca In caso di esecuzione non corretta
Casella di
controllo
L'unità interna è stata
installata correttamente?
Vibrazioni, rumore, rischio di
caduta dell'unità interna
È stato eff ettuato un controllo
delle perdite di gas (tubi del
refrigerante)?
Né raff reddamento, né riscaldamento
Il lavoro di isolamento termico è
stato portato a termine?
Perdite di acqua
Lo scarico dell'acqua dalle unità
interne avviene facilmente?
Perdite di acqua
La tensione di alimentazione
è quella indicata sull'etichetta
apposta sull'unità interna?
Mancato funzionamento, danni da
surriscaldamento o bruciatura
Tutti i fi li e tubi sono perfettamen-
te collegati?
Mancato funzionamento, danni da
surriscaldamento o bruciatura
L'unità interna è stata messa a
terra?
Cortocircuito
Il cavo di collegamento è dello
spessore prescritto?
Mancato funzionamento, danni da
surriscaldamento o bruciatura
Le aperture e le uscite sono
libere da ostacoli?
Né raff reddamento, né riscaldamento
Il funzionamento del condiziona-
tore si avvia e arresta tramite te-
lecomando o dispositivo esterno?
Nessun funzionamento
Al termine dell'installazione, è
stato spiegato all'utente come
utilizzare e trattare il condiziona-
tore?
12. CODICI DI ERRORE
Se si utilizza un telecomando a fi lo, i codici di errore appariranno sul display del teleco-
mando. Se si utilizza un telecomando senza fi li, la spia del fotorilevatore emetterà i codici
di errore attraverso diverse modalità di lampeggiamento. Le modalità di lampeggiamento
ed i codici di errore sono indicati nella tabella in basso.
Indicazioni di errore
Codice
di errore
telecomando
a filo
Tipo di errore
Spia FUNZIO-
NAMENTO
(verde)
Spia TIMER
(arancione)
Spia FILTRO
(rossa)
(1) (2)
Errore di comunicazione del
telecomando
(1) (4)
Errore di comunicazione rete
(1) (6)
Errore di comunicazione
unità periferica
(2) (6)
Errore di impostazione
indirizzo unità interna
(2) (9)
Errore di collegamento
numero di unità in sistema
con telecomando a filo
(3) (1)
Anomalia dell'alimentazione
dell'unità interna
(3) (2)
Errore scheda a circuiti
stampati principale unità
interna
(3) (10)
Errore circuito di comunica-
zione unità interna (teleco-
mando a filo)
(4) (1)
Errore temp. ambiente
termistore unità interna
(4) (2)
Errore scamb. di calore
temp. termistore unità
interna
(5) (1)
Errore motore 1 del ventila-
tore unità interna
(5) (2)
Errore bobina (valvola di
espansione) unità interna
(5) (3)
Anomalia scarico acqua
dell'unità interna
(9) (15)
Diversi tipi di errore dell'unità
esterna
(10) (8)
Circolazione del refrigerante
insufficiente
(13) (1)
Errore unità di derivazione
del refrigerante
Modalità di visualizzazione
: 0,5 sec. ACCESA/0,5 sec. SPENTA
: 0,1 sec ACCESA/0,1 sec SPENTA
( ) : numero di lampeggiamenti
Display del telecomando a fi lo
UTY-RLR* (tipo a 2 fili)
Simbolo
errore
Simbolo errore
Codice errore
Sfiorare il simbolo [Stato]. Sfiorare il simbolo [Informazioni errori].
Per informazioni dettagliate, consultare il manuale di installazione del telecomando.
Per informazioni dettagliate, consultare il manuale di installazione del telecomando.
I numeri a 2 cifre corrispondono ai codici
di errore riportati nella tabella precedente.
Sfiorare il simbolo [Pagina successiva]
(o [Pagina precedente]) per passare ad
altre informazioni relative all'unità interna.
UTY-RNR*Z* (tipo a 2 fili)
/