Genius BRAIN03 BRAIN04 Istruzioni per l'uso

Marca
Genius
Categoria
Gate Opener
Modello
BRAIN03 BRAIN04
Tipo
Istruzioni per l'uso
AVVERTENZE PER L’INSTALLATORE
OBBLIGHI GENERALI PER LA SICUREZZA
1) ATTENZIONE! È importante per la sicurezza delle persone seguire attentamente
tutta l’istruzione. Una errata installazione o un errato uso del prodotto può portare
a gravi danni alle persone.
2) Leggere attentamente le istruzioni prima di iniziare l’installazione del prodotto.
3) I materiali dell’imballaggio (plastica, polistirolo, ecc.) non devono essere lasciati
4) Conservare le istruzioni per riferimenti futuri.
5) Questo prodotto è stato progettato e costruito esclusivamente per l’utilizzo
indicato in questa documentazione. Qualsiasi altro utilizzo non espressamente
indicato potrebbe pregiudicare l’integrità del prodotto e/o rappresentare fonte
di pericolo.
6) GENIUS declina qualsiasi responsabilità derivata dall’uso improprio o diverso da
quello per cui l’automatismo è destinato.
7) Non installare l’apparecchio in atmosfera esplosiva: la presenza di gas o fumi
infiammabili costituisce un grave pericolo per la sicurezza.
8) Gli elementi costruttivi meccanici devono essere in accordo con quanto stabilito
dalle Norme EN 12604 e EN 12605.
Per i Paesi extra-CEE, oltre ai riferimenti normativi nazionali, per ottenere un livello di
sicurezza adeguato, devono essere seguite le Norme sopra riportate.
9) GENIUS non è responsabile dell’inosservanza della Buona Tecnica nella costru-
zione delle chiusure da motorizzare, nonché delle deformazioni che dovessero
intervenire nell’utilizzo.
10) L’installazione deve essere effettuata nell’osservanza delle Norme EN 12453 e
EN 12445. Il livello di sicurezza dell’automazione deve essere C+D.
11) Prima di effettuare qualsiasi intervento sull’impianto, togliere l’alimentazione
elettrica e scollegare le batterie.
12) Prevedere sulla rete di alimentazione dell’automazione un interruttore onnipolare
con distanza d’apertura dei contatti uguale o superiore a 3 mm. È consigliabile
l’uso di un magnetotermico da 6A con interruzione onnipolare.
13) Verificare che a monte dell’impianto vi sia un interruttore differenziale con
soglia da 0,03 A.
14) Verificare che l’impianto di terra sia realizzato a regola d’arte e collegarvi le
parti metalliche della chiusura.
15) L’automazione dispone di una sicurezza intrinseca antischiacciamento costituita
da un controllo di coppia. E’ comunque necessario verificarne la sogli di intervento
secondo quanto previsto dalle Norme indicate al punto 10.
16) I dispositivi di sicurezza (norma EN 12978) permettono di proteggere eventuali
aree di pericolo da Rischi meccanici di movimento, come ad Es. schiacciamento,
convogliamento, cesoiamento.
17) Per ogni impianto è consigliato l’utilizzo di almeno una segnalazione luminosa
nonché di un cartello di segnalazione fissato adeguatamente sulla struttura
dell’infisso, oltre ai dispositivi citati al punto “16”.
18) GENIUS declina ogni responsabilità ai fini della sicurezza e del buon funziona-
mento dell’automazione, in caso vengano utilizzati componenti dell’impianto
non di produzione GENIUS.
19) Per la manutenzione utilizzare esclusivamente parti originali GENIUS.
20) Non eseguire alcuna modifica sui componenti facenti parte del sistema
d’automazione.
21) L’installatore deve fornire tutte le informazioni relative al funzionamento manuale
del sistema in caso di emergenza e consegnare all’Utente utilizzatore dell’impianto
il libretto d’avvertenze allegato al prodotto.
22) Non permettere ai bambini o persone di sostare nelle vicinanze del prodotto
durante il funzionamento.
23) Tenere fuori dalla portata dei bambini radiocomandi o qualsiasi altro datore di im-
pulso, per evitare che l’automazione possa essere azionata involontariamente.
24) Il transito tra le ante deve avvenire solo a cancello completamente aperto.
25) L’Utente utilizzatore deve astenersi da qualsiasi tentativo di riparazione o d’in-
tervento diretto e rivolgersi solo a personale qualificato.
26) Tutto quello che non è previsto espressamente in queste istruzioni non è
permesso
IMPORTANT NOTICE FOR THE INSTALLER
GENERAL SAFETY REGULATIONS
1) ATTENTION! To ensure the safety of people, it is important that you read all the
following instructions. Incorrect installation or incorrect use of the product could
cause serious harm to people.
2) Carefully read the instructions before beginning to install the product.
3) Do not leave packing materials (plastic, polystyrene, etc.) within reach of
children as such materials are potential sources of danger.
4) Store these instructions for future reference.
5) This product was designed and built strictly for the use indicated in this documen-
tation. Any other use, not expressly indicated here, could compromise the good
condition/operation of the product and/or be a source of danger.
6) GENIUS declines all liability caused by improper use or use other than that for
which the automated system was intended.
7) Do not install the equipment in an explosive atmosphere: the presence of inflam-
mable gas or fumes is a serious danger to safety.
8) The mechanical parts must conform to the provisions of Standards EN 12604
and EN 12605.
For non-EU countries, to obtain an adequate level of safety, the Standards mentioned
above must be observed, in addition to national legal regulations.
9) GENIUS is not responsible for failure to observe Good Technique in the construc-
tion of the closing elements to be motorised, or for any deformation that may
occur during use.
10) The installation must conform to Standards EN 12453 and EN 12445. The safety
level of the automated system must be C+D.
11) Before attempting any job on the system, cut out electrical power and di-
sconnect the batteries.
12) The mains power supply of the automated system must be fitted with an all-pole
switch with contact opening distance of 3mm or greater. Use of a 6A thermal
breaker with all-pole circuit break is recommended.
13) Make sure that a differential switch with threshold of 0.03 A is fitted upstream
of the system.
14) Make sure that the earthing system is perfectly constructed, and connect metal
parts of the means of the closure to it.
15) The automated system is supplied with an intrinsic anti-crushing safety device
consisting of a torque control. Nevertheless, its tripping threshold must be checked
as specified in the Standards indicated at point 10.
16) The safety devices (EN 12978 standard) protect any danger areas against
mechanical movement Risks, such as crushing, dragging, and shearing.
17) Use of at least one indicator-light is recommended for every system, as well
as a warning sign adequately secured to the frame structure, in addition to the
devices mentioned at point “16”.
18) GENIUS declines all liability as concerns safety and efficient operation of the
automated system, if system components not produced by GENIUS are used.
19) For maintenance, strictly use original parts by GENIUS.
20) Do not in any way modify the components of the automated system.
21) The installer shall supply all information concerning manual operation of the
system in case of an emergency, and shall hand over to the user the warnings
handbook supplied with the product.
22) Do not allow children or adults to stay near the product while it is operating.
23) Keep remote controls or other pulse generators away from children, to prevent
the automated system from being activated involuntarily.
24) Transit through the leaves is allowed only when the gate is fully open.
25) The user must not attempt any kind of repair or direct action whatever and
contact qualified personnel only.
26) Anything not expressly specified in these instructions is not permitted.
CONSIGNES POUR L’INSTALLATEUR
RÈGLES DE SÉCURITÉ
1) ATTENTION! Il est important, pour la sécurité des personnes, de suivre à la lettre
toutes les instructions. Une installation erronée ou un usage erroné du produit peut
entraîner de graves conséquences pour les personnes.
2) Lire attentivement les instructions avant d’installer le produit.
3) Les matériaux d’emballage (matière plastique, polystyrène, etc.) ne doivent
pas être laissés à la portée des enfants car ils constituent des sources potentielles
de danger.
4) Conserver les instructions pour les références futures.
5) Ce produit a été conçu et construit exclusivement pour l’usage indiqué dans
cette documentation. Toute autre utilisation non expressément indiquée pourrait
compromettre l’intégrité du produit et/ou représenter une source de danger.
6) GENIUS décline toute responsabilité qui dériverait d’usage impropre ou différent
de celui auquel l’automatisme est destiné.
7) Ne pas installer l’appareil dans une atmosphère explosive: la présence de gaz ou
de fumées inflammables constitue un grave danger pour la sécurité.
8) Les composants mécaniques doivent répondre aux prescriptions des Normes
EN 12604 et EN 12605.
Pour les Pays extra-CEE, l’obtention d’un niveau de sécurité approprié exige non
seulement le respect des normes nationales, mais également le respect des
Normes susmentionnées.
9) GENIUS n’est pas responsable du non-respect de la Bonne Technique dans
la construction des fermetures à motoriser, ni des déformations qui pourraient
intervenir lors de l’utilisation.
10) L’installation doit être effectuée conformément aux Normes EN 12453 et EN
12445. Le niveau de sécurité de l’automatisme doit être C+D.
11) Couper l’alimentation électrique et connecter la batterie avant toute
intervention sur l’installation.
12) Prévoir, sur le secteur d’alimentation de l’automatisme, un interrupteur om-
nipolaire avec une distance d’ouverture des contacts égale ou supérieure à 3
mm. On recommande d’utiliser un magnétothermique de 6A avec interruption
omnipolaire.
13) Vérifier qu’il y ait, en amont de l’installation, un interrupteur différentiel avec
un seuil de 0,03 A.
14) Vérifier que la mise à terre est réalisée selon les règles de l’art et y connecter les
pièces métalliques de la fermeture.
15) L’automatisme dispose d’une sécurité intrinsèque anti-écrasement, formée d’un
contrôle du couple. Il est toutefois nécessaire d’en vérifier le seuil d’intervention
suivant les prescriptions des Normes indiquées au point 10.
16) Les dispositifs de sécurité (norme EN 12978) permettent de protéger des zones
éventuellement dangereuses contre les Risques mécaniques du mouvement,
comme l’écrasement, l’acheminement, le cisaillement.
17) On recommande que toute installation soit doté au moins d’une signalisation
lumineuse, d’un panneau de signalisation fixé, de manière appropriée, sur la
structure de la fermeture, ainsi que des dispositifs cités au point “16”.
18) GENIUS décline toute responsabilité quant à la sécurité et au bon fonctionne-
ment de l’automatisme si les composants utilisés dans l’installation n’appartiennent
pas à la production GENIUS.
19) Utiliser exclusivement, pour l’entretien, des pièces GENIUS originales.
20) Ne jamais modifier les composants faisant partie du système d’automatisme.
21) L’installateur doit fournir toutes les informations relatives au fonctionnement
manuel du système en cas d’urgence et remettre à l’Usager qui utilise l’installation
les “Instructions pour l’Usager” fournies avec le produit.
22) Interdire aux enfants ou aux tiers de stationner près du produit durant le
fonctionnement.
23) Eloigner de la portée des enfants les radiocommandes ou tout autre générateur
d’impulsions, pour éviter tout actionnement involontaire de l’automatisme.
24) Le transit entre les vantaux ne doit avoir lieu que lorsque le portail est com-
plètement ouvert.
25) L’Usager qui utilise l’installation doit éviter toute tentative de réparation ou
d’intervention directe et s’adresser uniquement à un personnel qualifié.
26) Tout ce qui n’est pas prévu expressément dans ces instructions est interdit.
ADVERTENCIAS PARA EL INSTALADOR
REGLAS GENERALES PARA LA SEGURIDAD
1) ATENCION! Es sumamente importante para la seguridad de las personas seguir
atentamente las presentes instrucciones. Una instalación incorrecta o un uso
impropio del producto puede causar graves daños a las personas.
2) Lean detenidamente las instrucciones antes de instalar el producto.
3) Los materiales del embalaje (plástico, poliestireno, etc.) no deben dejarse al
alcance de los niños, ya que constituyen fuentes potenciales de peligro.
4) Guarden las instrucciones para futuras consultas.
5) Este producto ha sido proyectado y fabricado exclusivamente para la utilización
indicada en el presente manual. Cualquier uso diverso del previsto podría perjudi-
car el funcionamiento del producto y/o representar fuente de peligro.
6) GENIUS declina cualquier responsabilidad derivada de un uso impropio o
1
ITALIANO
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÁ
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÁ
Note per la lettura dell’istruzione
Leggere completamente questo manuale di installazione prima di iniziare l’installazione del prodotto.
Il simbolo
evidenzia note importanti per la sicurezza delle persone e l’integrità dell’automazione.
Il simbolo
richiama l’attenzione su note riguardanti le caratteristiche od il funzionamento del prodotto.
Fabbricante:
GENIUS S.p.A.
Indirizzo:
Via Padre Elzi, 32 - 24050 - Grassobbio- Bergamo - ITALIA
Dichiara che:
L’apparecchiatura elettronica mod.
BRAIN 03 - BRAIN 04
• è conforme ai requisiti essenziali di sicurezza delle seguenti direttive CEE:
73/23/CEE e successiva modifica 93/68/CEE.
89/336/CEE e successiva modifica 92/31/CEE e 93/68/CEE
Nota aggiuntiva:
Questo prodotto è stato sottoposto a test in una configurazione tipica omogenea (tutti prodotti di costruzione GENIUS
S.p.A.)
Grassobbio, 10-01-2007
L’Amministratore Delegato
L’Amministratore Delegato
L’Amministratore Delegato
L’Amministratore Delegato
L’Amministratore Delegato
D. Gianantoni
D. Gianantoni
D. Gianantoni
D. Gianantoni
INDICE
1. CARATTERISTICHE GENERALI pag.2
2. CARATTERISTICHE TECNICHE pag.2
3. PREDISPOSIZIONI pag.2
4. COLLEGAMENTI E FUNZIONAMENTO pag.3
4.1. MORSETTIERA CN1 pag.3
4.2. MORSETTIERA CN2 pag.3
4.3. MORSETTIERA CN3 pag.4
4.4. MORSETTIERA CN4 pag.4
5. INSERIMENTO SCHEDA RICEVITORE PER RADIOCOMANDO pag.5
6. FUNZIONAMENTO CON ENCODER O AMPEROMETRICO pag.5
7. LEDS DI CONTROLLO pag.5
8. FUNZIONAMENTO DEL DISPLAY pag.5
9. REGOLAZIONE DEI PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO pag.6
10. PROGRAMMAZIONE pag.7
11. FUNZIONAMENTO DELLA FRIZIONE ELETTRONICA pag.7
12. FUSIBILI DI PROTEZIONE pag.8
13. SCHEMA DI COLLEGAMENTO pag.8
14. LOGICHE DI FUNZIONAMENTO pag.9
15. FISSAGGIO SCHEDA pag.11
2
ITALIANO
APPARECCHIATURA ELETTRONICA 24Vdc PER CANCELLI AD ANTE BATTENTI
ISTRUZIONI PER L’USO - NORME D’INSTALLAZIONE
1. CARATTERISTICHE GENERALI
Questa centrale di comando a 24Vdc per cancelli ad ante battenti offre elevate prestazioni ed un ampio numero di
regolazioni, con rallentamenti in apertura e chiusura, possibilità di gestire uno o due motori, gestione dei finecorsa in
apertura e chiusura e possibilità di gestire due
TIMECODER
.
Un sofisticato controllo elettronico monitorizza costantemente il circuito di potenza ed interviene bloccando la centrale
in caso di anomalie che possano pregiudicare il funzionamento della frizione elettronica.
I settaggi dei parametri e le logiche di funzionamento vengono impostati e visualizzati su di un comodo display che,
durante il funzionamento normale, visualizza lo stato del cancello. La regolazione dei tempi di funzionamento avven-
gono in auto apprendimento durante la fase di programmazione.
Il contenitore stagno è predisposto per l’alloggiamento della centrale, del trasformatore toroidale e delle eventuali
batterie tampone (opzionali) con caratteristiche e dimensioni indicate nella tabella sottostante.
2. CARATTERISTICHE TECNICHE
Tensione di alimentazione del trasformatore
230/115 V~ (+6 -10%) - 50/60 Hz.
230/115 V~ (+6 -10%) - 50/60 Hz.
Tensione di alimentazione della centrale
24 V~ (+6 -10%) - 50/60 Hz.
24 V~ (+6 -10%) - 50/60 Hz.
Potenza assorbita
3 W
Carico max. motore
70 W x 2
Carico max. accessori
24Vdc 500mA
Carico max. lampeggiante / luce di cortesia
Carico max. lampeggiante / luce di cortesia
24Vdc 15W max.
Temperatura ambiente
-20°C +50°C
Fusibili di protezione
4
Logiche di funzionamento
Automatica / Automatica Passo passo / Semiautomatica
/ Semiautomatica Passo-Passo / Condominiale
Tempo di apertura / chiusura
In autoapprendimento in fase di programmazione
In autoapprendimento in fase di programmazione
Tempo di pausa
In autoapprendimento in fase di programmazione
In autoapprendimento in fase di programmazione
Forza di spinta
Quattro livelli regolabili tramite display
Quattro livelli regolabili tramite display
Rallentamenti
In apertura e chiusura
Ingressi in morsettiera
Alimentazione 24V~ / Alimentazione batterie / Encoder
Apertura totale /Apertura pedonale / Sicurezze apertura
- chiusura / Stop / Finecorsa apertura - chiusura
Connettore per radio
Connettore rapido 5 pin
Uscite in morsettiera
Alimentazione accessori 24Vdc / Motori 24Vdc / Luce di
cortesia-Lampeggiante 24Vdc / Elettroserratura 12Vdc/~
cortesia-Lampeggiante 24Vdc / Elettroserratura 12Vdc/~
Dimensioni scheda
165 x 130 mm.
Caratteristiche trasformatore toroidale 230V~
prim. 230V~ / sec. 22V~ / 120VA
Caratteristiche trasformatore toroidale 115V~
prim. 115V~ / sec. 20V~ / 120VA
Caratteristiche batterie opzionali
12V - 4 Ah / dimens. 90 x 70 x 108 mm.
Caratteristiche contenitore per esterno
306 x 225 x 130 mm. - IP55
In funzione della tensione di rete si possono avere valori d’uscita diversi sulla tensione 24V~. Prima di procedere
alla messa in servizio occorre sempre verificare la tensione d’uscita del trasformatore. Questa non deve es-
sere superiore a 26V~ sia per l’alimentazione a 230V~ che 115V~. La tensione deve essere misurata a vuoto,
ovvero con il trasformatore alimentato e scollegato dalla scheda.
3. PREDISPOSIZIONI
E’ importante per la sicurezza delle persone seguire attentamente tutte le avvertenze e le istruzioni presenti in
questo libretto. Un’errata installazione o un errato uso del prodotto può portare a gravi danni alle persone.
Verificare che a monte dell’impianto vi sia un adeguato interruttore differenziale come prescritto dalla normativa
vigente e prevedere sulla rete d’alimentazione un magnetotermico onnipolare.
Per la messa in opera dei cavi elettrici utilizzare adeguati tubi rigidi e/o flessibili.
Separare sempre i cavi di collegamento degli accessori a bassa tensione da quelli di alimentazione 115/230 V~. Per
evitare qualsiasi interferenza utilizzare guaine separate.
La lunghezza massima dei cavi d’alimentazione tra centrale e motori non deve essere superiore ai 10 m.,
utilizzando dei cavi con sezione 2.5 mm
2
.
Per il fissaggio dei vari componenti all’interno del contenitore stagno, fare riferimento al paragrafo 15.
3
ITALIANO
4. COLLEGAMENTI E FUNZIONAMENTO
4.1. MORSETTIERA CN1
4.1.1. ALIMENTAZIONE 22V
Morsetti
VAC-VAC
”. Ingresso al quale va collegato il circuito secondario del trasformatore 24V~ 50/60 Hz. La pre-
senza d’alimentazione per mezzo del trasformatore è segnalata dall’accensione del led
ALIM
” posizionato sotto la
morsettiera.
4.1.2. BATTERIE
Morsetti “
+BAT - -BAT
”. Collegare a questi morsetti i cavi di alimentazione delle batterie tampone (opzionali). La cen-
trale è predisposta per poter funzionare con due batterie tampone con caratteristiche minime riportate nella tabella
di paragrafo 2. Durante il funzionamento normale la centrale provvede a mantenere in carica le batterie, queste
entrano in funzione qualora viene a mancare l’alimentazione al trasformatore.
L’alimentazione per mezzo delle sole batterie è da considerarsi una situazione d’emergenza, il numero di
manovre possibili è legato alla qualità delle batterie stesse, dalla struttura del cancello da movimentare, da
quanto tempo è passato dalla sospensione dell’alimentazione di rete etc. etc..
Rispettare la polarità d’alimentazione delle batterie.
4.1.3. ACCESSORI
Morsetti “
+24V - -24V
”. A questi morsetti vanno collegati i cavi d’alimentazione degli accessori.
Il carico massimo degli accessori non deve superare i 500 mA.
L’uscita di questi morsetti è in corrente continua, rispettare la polarità di alimentazione degli accessori.
4.1.4. TERRA
Morsetto “
“. A questo morsetto va collegato il cavo per la messa a terra della centralina.
Per un corretto funzionamento della centrale è assolutamente necessario effettuare questo collegamento.
4.2. MORSETTIERA CN2
4.2.1. MOTORIDUTTORE 1
Morsetti
APM1 - CHM1
”. Nel caso di applicazioni a doppio battente collegare a questi morsetti il motoriduttore
montato sull’anta che deve muoversi per prima. Nel caso di applicazioni a singola anta il motoriduttore deve essere
collegato a questi morsetti. Il carico massimo del motoriduttore non deve superare i 70W.
4.2.2. MOTORIDUTTORE 2
Morsetti
APM2 - CHM2
”. Nel caso di applicazioni a doppio battente collegare a questi morsetti il motoriduttore montato
sull’anta che deve muoversi per ultima. Nel caso di applicazione a singola anta a questi morsetti non vi sarà collegato
nulla. Il carico massimo del motoriduttore non deve superare i 70W.
4.2.3. ELETTROSERRATURA
Morsetti
ELS - ELS
”. A questi morsetti va collegata l’eventuale elettroserratura con alimentazione 12Vdc/~ . Per facilitare lo
sganciamento dell’elettroserratura è possibile, attivando il parametro “F” inserire il colpo d’ariete (vedi paragrafo 9).
Nelle applicazioni a doppio battente l’elettroserratura deve essere montata sulla stessa anta del motoriduttore
1.
4.2.4. LAMPEGGIANTE / LAMPADA DI CORTESIA
Morsetti
LAMP - LAMP
”. A questi morsetti può essere collegato sia un lampeggiante che una lampada di cortesia,
entrambi con alimentazione 24Vdc massimo 15W. Il funzionamento di questa uscita viene selezionato tramite il para-
metro “
G
”, vedi paragrafo 9.
Funzionamento del lampeggiante:
Durante il funzionamento normale il lampeggiante esegue un prelampeggio fisso di 1.5 secondi sia in apertura che in
chiusura. Con il cancello aperto se vengono impegnate le sicurezze in chiusura il lampeggiante esegue un lampeggio
per indicare che si sta operando nell’area di movimentazione del cancello. E’ consigliato collegare il lampeggiante
prima della fase di programmazione in quanto ne indica le fasi. Utilizzare un lampeggiante a luce fissa, il lampeggio
è gestito dalla centrale.
Funzionamento della luce di cortesia:
La luce di cortesia rimane accesa per un tempo fisso di 90 secondi dall’impulso di OPEN, dopodichè si spegne. Utilizzare
una lampada con alimentazione 24V 15W massimo.
4
ITALIANO
4.3. MORSETTIERA CN3
4.3.1. FINECORSA IN CHIUSURA MOTORE 1
Morsetti “
COMF - FCC1
”. Contatto normalmente chiuso. Questo interviene bloccando il moto di chiusura del motore
1. Lo stato di questo ingresso è segnalato dal led
FCC1
.
4.3.2. FINECORSA IN APERTURA MOTORE 1
Morsetti “
COMF - FCA1
”. Contatto normalmente chiuso. Questo interviene bloccando il moto d’apertura del motore
1. Lo stato di questo ingresso è segnalato dal led
FCA1
.
4.3.3. FINECORSA IN CHIUSURA MOTORE 2
Morsetti “
COMF - FCC2
”. Contatto normalmente chiuso. Questo interviene bloccando il moto di chiusura del motore
2. Lo stato di questo ingresso è segnalato dal led
FCC2
.
4.3.4. FINECORSA IN APERTURA MOTORE 2
Morsetti “
COMF - FCA2
”. Contatto normalmente chiuso. Questo interviene bloccando il moto d’apertura del motore
2. Lo stato di questo ingresso è segnalato dal led
FCA2
.
• Se non viene utilizzato nessun finecorsa è necessario ponticellare gli ingressi.
• I finecorsa non possono essere utilizzati come inizio del tratto rallentato.
4.3.5. ENCODER MOTORE 1
Morsetto “
ENC1
”. A questo morsetto deve essere collegato il segnale proveniente dall’encoder installato sul motori-
duttore 1. Per il funzionamento dell’encoder e per la sua attivazione vedi paragrafo 6.
Qualora non si utilizzi l’encoder è assolutamente vietato ponticellare gli ingressi.
4.3.6. ENCODER MOTORE 2
Morsetto “
ENC2
”. A questo morsetto deve essere collegato il segnale proveniente dall’encoder installato sul motori-
duttore 2. Per il funzionamento dell’encoder e per la sua attivazione vedi paragrafo 6.
• Qualora non si utilizzi l’encoder è assolutamente vietato ponticellare gli ingressi.
• Nelle applicazioni a due motori l’encoder deve essere installato su entrambi i motori.
• Nelle applicazioni a due motori l’encoder deve essere installato su entrambi i motori.
• Nelle applicazioni a due motori l’encoder deve essere installato su entrambi i motori.
• Nelle applicazioni a due motori l’encoder deve essere installato su entrambi i motori.
4.4. MORSETTIERA CN4
4.4.1. APERTURA TOTALE
Morsetti
COM - OPEN A
”. Contatto normalmente aperto. Collegare a questi morsetti un qualsiasi datore d’impulso
(es. pulsante, selettore a chiave etc.) che , chiudendo un contatto, genera un impulso di apertura o chiusura totale
del cancello. Il suo funzionamento è definito dal parametro di funzionamento “D” vedi paragrafo 9.
• Un impulso di apertura totale ha sempre la precedenza sull’apertura pedonale.
• Per collegare più datori d’impulso collegare i dispositivi in parallelo.
4.4.2. APERTURA PEDONALE
Morsetti
COM - OPEN B
”. Contatto normalmente aperto. Collegare a questi morsetti un qualsiasi datore d’impulso
(es. pulsante, selettore a chiave etc.) che , chiudendo un contatto, genera un impulso di apertura o chiusura par-
ziale del cancello. Nelle applicazioni a doppio battente l’apertura pedonale corrisponde con l’apertura completa
dell’anta 1; nelle applicazioni ad una sola anta l’apertura pedonale corrisponde a circa il 30% dell’apertura totale
memorizzata.
• Un impulso di apertura totale ha sempre la precedenza sull’apertura pedonale.
• Per collegare più datori d’impulso collegare i dispositivi in parallelo.
4.4.3. STOP
Morsetti “
COM - STOP
”. Contatto normalmente chiuso. Collegare a questi morsetti un qualsiasi dispositivo di sicurezza
(es. pressostato, costa etc.) che , aprendo un contatto, provoca l’arresto immediato del cancello e disabilita ogni
funzione automatica. Lo stato di questo ingresso è segnalato dal led
STOP
”. Solo con un successivo impulso d’aper-
tura, totale o parziale, il cancello riprende il ciclo memorizzato.
• Nel caso non vengano collegati dispositivi di
• Nel caso non vengano collegati dispositivi di
• Nel caso non vengano collegati dispositivi di
STOP
è necessario ponticellare l’ingresso.
• Per collegare più comandi di
STOP
collegare i dispositivi in serie.
4.4.4. SICUREZZE IN CHIUSURA
Morsetti
COM - FSW CL
”. Contatto normalmente chiuso. Collegare a questi morsetti un qualsiasi dispositivo di sicurezza
(es. fotocellula, costa, pressostato, etc..) che, aprendo un contatto, agisce sul moto di chiusura del cancello provo-
candone l’inversione sino alla battuta meccanica o al finecorsa di apertura. Lo stato di questo ingresso è segnalato
dal led “
FSW-CL
”.
5
A2
ITALIANO
4.4.5. SICUREZZE IN APERTURA
Morsetti
COM - FSW OP
”. Contatto normalmente chiuso. Collegare a questi morsetti un qualsiasi dispositivo di sicu-
rezza (es. fotocellula, costa, pressostato, etc..) che, aprendo un contatto, agisce sul moto d’apertura del cancello
provocandone l’arresto immediato, una volta ripristinata la sicurezza il cancello riprende con il ciclo memorizzato. Lo
stato di questo ingresso è segnalato dal led “
FSW-OP
”.
• Nel caso non vengano collegati dispositivi di sicurezza è necessario ponticellare gli ingressi.
• Per collegare più dispositivi di sicurezza collegare i dispositivi in serie.
5. INSERIMENTO SCHEDA RICEVITORE PER RADIOCOMANDO
La centrale è predisposta per alloggiare un modulo radioricevitore a 5 pin. Per procedere all’installazione togliere
l’alimentazione elettrica ed inserire il modulo nell’apposito connettore
CN5
sulla centrale.
Per non danneggiare, e quindi comprometterne irrimediabilmente il funzionamento, la ricevente deve essere
innestata rispettando l’orientamento specificato nel paragrafo 13 (schema di collegamento).
Seguire poi le istruzioni del radioricevitore per la memorizzazione del radiocomando.
6. FUNZIONAMENTO CON ENCODER O AMPEROMETRICO
La centrale dispone di n°4
DIP-SWITCH
che permettono di selezionare il funzionamento amperometrico o il funziona-
mento con Encoder.
Il funzionamento con encoder garantisce una maggiore sicurezza nella rilevazione degli ostacoli ed una maggiore
ripetibilità del punto di rallentamento.
Il funzionamento con encoder necessita di battute meccaniche, o finecorsa, sia in apertura che in chiusu-
ra.
Per selezionare il funzionamento con encoder è necessario posizionare i
DIP-SWITCH 1
e
2
su
ON
e i
DIP-SWITCH 3
e
4
su
OFF
(Fig.01).
Per selezionare il funzionamento amperometrico è neces-
sario posizionare i
DIP-SWITCH 1
e
2
su
OFF
e i
DIP-SWITCH
3
e
4
su
ON
(Fig.02).
Per una corretta procedura di programmazione
della centrale si deve eseguire questa opera-
zione prima della fase di programmazione della
centrale in quanto ne modifica radicalmente il
funzionamento.
7. LEDS DI CONTROLLO
LEDS
ACCESO
SPENTO
ALIM
Alimentazione tramite trasformatore toroidale
Alimentazione per mezzo delle batterie o mancanza
di alimentazione
FCC1
Finecorsa in chiusura motore 1 non impegnato
Finecorsa in chiusura motore 1 impegnato
FCA1
Finecorsa in apertura motore 1 non impegnato
Finecorsa in apertura motore 1 impegnato
FCC2
Finecorsa in chiusura motore 2 non impegnato
Finecorsa in chiusura motore 2 impegnato
FCA2
Finecorsa in apertura motore 1 non impegnato
Finecorsa in apertura motore 2 impegnato
STOP
Comando di stop non attivato
Comando di stop attivato
FSW-CL
Sicurezza in chiusura non impegnata
Sicurezza in chusura impegnata
FSW-OP
Sicurezza in apertura non impegnata
Sicurezza in apertura impegnata
In neretto è riportato lo stato dei leds con cancello chiuso, centrale alimentata ed entrambi i finecorsa
installati.
Nel caso non siano utilizzati i finecorsa è necessario ponticellare i rispettivi contatti, i leds
FCC1 - FCA1 - FCC2
- FCA2
devono essere accesi.
• Nel caso non venga installato alcun dispositivo di
STOP
è necessario ponticellare l’ingresso, il led
STOP
deve
essere acceso.
8. FUNZIONAMENTO DEL DISPLAY
La centrale è dotata di un comodo display per la visualizzazione dei parametri di funzionamento
e per la loro programmazione. Inoltre durante il normale funzionamento visualizza costantemente
lo stato del cancello.
Durante la visualizzazione e la programmazione dei parametri di funzionamento il display indica
nella parte sinistra il parametro selezionato mentre la parte destra ne mostra il valore impostato.
In Fig.03 è riportato l’esempio di visualizzazione del parametro “
A
” al valore “
2
”.
Funzionamento con
encoder
Funzionamento
amperometrico
Fig. 01
Fig. 02
Fig. 03
6
ITALIANO
Durante il funzionamento normale il display visualizza lo stato del cancello. I valori visualizzati sono riportati nella tabella
seguente:
VALORE
VISUALIZZATO
STATO CANCELLO
- -
Cancello a riposo
O P
Cancello in apertura
t c
Cancello aperto in pausa (Solo con richiusura automatica abilitata, vedi paragrafo successivo)
C L
Cancello in chiusura
9. REGOLAZIONE DEI PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO
Prima di iniziare la fase di regolazione dei parametri di funzionamento è necessario selezionare il tipo di fun-
zionamento della centrale, con o senza encoder (vedi paragrafo 6).
Per accedere alla regolazione dei parametri di funzionamento seguire le indicazioni seguenti:
1- Una volta eseguiti tutti i collegamenti necessari, alimentare l’impianto e verificare che tutti i leds di segnalazione si
trovino nella situazione indicata nel paragrafo 7.
2- Il display visualizzerà il valore “
--
”.
3- Premere e tenere premuto il pulsante
P2
fino a che sul display non viene visualizzato il nome ed il valore del primo
parametro.
4- Per modificare il valore del parametro premere il tasto
P1
.
5- Per passare al parametro successivo premere il tasto
P2
.
6- Trascorsi 60 secondi senza che si tocchi nessun tasto la centrale esce dalla modalità di regolazione. E’ possibile
uscire manualmente dalle modalità di regolazione facendo scorrere, tramite il tasto
P2
, tutti i parametri. Quando
il display visualizza il valore “
--
“ si è tornati al funzionamento normale.
Nella tabella seguente sono riassunti tutti i parametri impostabili ed i valori assegnabili.
DISPLAY
DESCRIZIONE
Regolazione della sensibilità della frizione elettronica e della forza del motore.
A1
Forza motore minima, più sensibile all’ostacolo
A2
Forza motore medio-bassa, sensibilità all’ostacolo medio-alta
A3
Fora motore medio-alta, sensibilità all’ostacolo medio-bassa
A4
Forza motore alta, alta sensibilità all’ostacolo
Ritardo anta 2:
questo parametro permette di selezionare il tempo di sfasamento delle due ante.
b1
1.5 secondi
b2
3 secondi
b3
6 secondi
b4
10 secondi
Richiusura Automatica:
con questa funzione si abilita o disabilita la richiusura automatica del cancello
c0
Disattivata
c1
Attivata
Funzionamento del comando OPEN A:
questa funzione determina il comportamento del pulsante di OPEN A (apertura
totale).
totale).
d0
Apre / Chiude / Apre
d1
Apre / Stop / Chiude / Stop
Funzione condominiale:
attivando questa funzione durante la fase di apertura del cancello verrà inibito il comando
di start.
E0
Disattivata
E1
Attivata
Colpo d’ariete:
abilitando questa funzione ad ogni impulso di OPEN l’anta sulla quale è installata l’elettroserratura parte,
per qualche secondo, con un moto di chiusura. Questo per facilitare lo sganciamento dell’elettroserratura.
per qualche secondo, con un moto di chiusura. Questo per facilitare lo sganciamento dell’elettroserratura.
per qualche secondo, con un moto di chiusura. Questo per facilitare lo sganciamento dell’elettroserratura.
F0
Disattivata
F1
Attivata
Luce di cortesia / lampeggiante :
con questo parametro è possibile selezionare il tipo di uscita dai morsetti LAMP - LAMP
scegliendo tra lampeggiante e luce di cortesia.
scegliendo tra lampeggiante e luce di cortesia.
scegliendo tra lampeggiante e luce di cortesia.
ATTENZIONE: il carico massimo dei morsetti è di 24Vdc 15W max.
G0
Lampeggiante
G1
Luce di cortesia (attiva per 90 secondi)
7
ITALIANO
DISPLAY
DESCRIZIONE
Percentuale punto di rallentamento:
con questo parametro si imposta la lunghezza del tratto rallentato, scegliendo
tra i due valori prefissati
H0
40% della massima apertura memorizzata
H1
20% della massima apertura memorizzata
Velocità durante la fase rallentata:
con questo parametro è possibile impostare la velocità del motore durante la fase
rallentata, scegliendo tra i due valori
rallentata, scegliendo tra i due valori
rallentata, scegliendo tra i due valori
i0
Alta
i1
Bassa
Funzionamento con finecorsa:
questa funzione deve esere attivata solo se vengono utilizzati anche i finecorsa.
L0
Funzionamento senza finecorsa
L1
Funzionamento con finecorsa
Numero di motori:
con questo parametro si seleziona la tipologia del cancello
M1
Cancello ad un anta, solo un motore collegato
M2
Cancello a due ante, due motori collegati
10. PROGRAMMAZIONE
Prima di iniziare la fase di programmazione è necessario selezionare il tipo di funzionamento della centrale,
con o senza encoder (vedi paragrafo 6).
Durante la procedura di programmazione la centrale memorizza le battute meccaniche in apertura, in chiusura e
l’eventuale tempo di pausa prima della richiusura.
1- Sbloccare i motoriduttori, posizionare le ante a metà dell’apertura, ribloccare gli operatori.
2- Alimentare la centrale e verificare che sul display venga visualizzato il valore “
--
”.
3- Premere e tenere premuto il pulsante
P2
fino a che il display non visualizza il primo parametro ed il relativo valore.
4- Dare un comando di
OPEN A
con un qualsiasi dispositivo collegato a questo ingresso, il display visualizza il valore
Pr
”e
le ante iniziano a muoversi. La prima manovra eseguita dalle ante deve essere in chiusura. Se ciò non avviene
è necessario arrestare il movimento del cancello con un impulso di reset, eseguendo il ponticello tra i due
PIN
di
RESET
utilizzando L’apposito connettore (vedi Fig.04). Togliere tensione e riportare il connettore nella posizione
normale (Fig.04). Procedere quindi ad invertire i fili dei motori / del motore, che hanno eseguito la manovra di
apertura. Riprendere la fase di programmazione dal punto 1.
5- Una volta raggiunta la battuta meccanica in chiusura i motoriduttori eseguono una pausa di circa 2 secondi,
dopodichè ripartono con una manovra di apertura totale sino alla battuta meccanica in apertura o al relativo
finecorsa.
6- Se non è stata abilitata la richiusura automatica la fase di programmazione è conclusa , viceversa la centrale inizia
il conteggio del tempo di pausa.
7- Trascorso il tempo desiderato dare un nuovo impulso di
OPEN A
ed il cancello inizierà la fase di chiusura.
8- Una volta raggiunto l’arresto in chiusura la fase di
programmazione è conclusa ed il display visualizza il
valore “
--
”.
Durante tutta la procedura di programmazione il
Durante tutta la procedura di programmazione il
Durante tutta la procedura di programmazione il
display visualizzerà il valore “
Pr
”.
• Per tutto il tempo di programmazione il lampeg-
giante rimarrà acceso a luce fissa.
Durante la procedura di programmazione il
movimento delle ante durante la procedura di
programmazione avviene in modo rallentato.
11. FUNZIONAMENTO DELLA FRIZIONE ELETTRONICA
Dispositivo importantissimo ai fini della sicurezza, la sua taratura rimane costante nel tempo senza essere soggetta ad
usure. Essa è attiva sia in apertura che in chiusura, quando interviene inverte il moto del cancello senza disabilitare la
richiusura automatica, se inserita.
Durante il moto di chiusura se interviene per più volte consecutive, la centrale si posiziona in
STOP
disabilitando qual-
siasi comando automatico. Questo perché intervenendo più volte consecutive significa che l’ostacolo permane e
potrebbe essere pericoloso effettuare qualsiasi manovra. Per ripristinare il funzionamento normale è necessario un
impulso di
OPEN A
/
OPEN B
da parte dell’utilizzatore.
Fig. 04
8
ITALIANO
12. FUSIBILI DI PROTEZIONE
FUSIBILE
PROTEZIONE
FUSIBILE
PROTEZIONE
FUSIBILE
PROTEZIONE
FUSIBILE
PROTEZIONE
F1
=T10A
250V - 5x20
Alimentazio-
ne 24V~
F2
=T0.63A
250V - 5x20
Alimentazio-
ne accessori
e caricabat-
terie
F3
=R0.63A
250V - 5x20
Uscita lam-
peggiante
F4
=R3.15A
250V - 5x20
Uscita elettro-
serratura
13. SCHEMA DI COLLEGAMENTO
9
ITALIANO
14. LOGICHE DI FUNZIONAMENTO
Logica “A” Automatica C=1 d=0 E=0
Stato cancello
Impulsi
Open A
Open B
Stop
Sicurezze apertura
Sicurezze chiusura
Sicurezza AP/CH
Chiuso
Apre l’anta e richiude
dopo tempo di pausa
Esegue l’apertura parzia-
le dell’anta richiudendo
dopo tempo di pausa
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto in pausa
Ricarica tempo di pausa
Chiude il cancello imme-
diatamente
Blocca il funzionamento
Nessun effetto
Inibisce la chiusura. Al
disimpegno, se scaduto il
tempo di pausa, richiude
dopo 5 sec.
Blocca il tempo di
pausa, al disimpegno
richiude dopo 5 sec.
In chiusura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Nessun effetto
Inverte il moto
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
ed al disimpegno inverte
In apertura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Logica ”AP” Automatica Passo-Passo C=1 d=1 E=0
Stato cancello
Impulsi
Open A
Open B
Stop
Sicurezze apertura
Sicurezze chiusura
Sicurezza AP/CH
Chiuso
Apre l’anta e richiude
dopo tempo di pausa
Esegue l’apertura parzia-
le dell’anta richiudendo
dopo tempo di pausa
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto in pausa
Ricarica tempo di pausa
Chiude il cancello imme-
diatamente
Blocca il funzionamento
Nessun effetto
Inibisce la chiusura. Al
disimpegno, se scaduto il
tempo di pausa, richiude
dopo 5 sec.
Blocca il tempo di
pausa, al disimpegno
richiude dopo 5 sec.
In chiusura
Blocca il moto del
cancello, al successivo
impulso apre
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Nessun effetto
Inverte il moto
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
In apertura
Blocca il moto del
cancello, al successivo
impulso chiude
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
10
ITALIANO
Logica “E” Semiautomatica C=0 d=0 E=0
Stato cancello
Impulsi
Open A
Open B
Stop
Sicurezze apertura
Sicurezze chiusura
Sicurezza AP/CH
Chiuso
Apre l’anta
Esegue l’apertura
parziale
Nessun effetto
(OPEN inibito)
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto
Chiude il cancello
Chiude il cancello
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Nessun effetto
Inibisce comando di
OPEN al disimpegno
richiude dopo 5 sec.
Inibisce comando di
OPEN al disimpegno
richiude dopo 5 sec.
In chiusura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Nessun effetto
Inverte il moto del
cancello
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
ed al disimpegno inverte
In apertura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Logica “EP” Semiautomatica Passo - Passo C=0 d=1 E=0
Stato cancello
Impulsi
Open A
Open B
Stop
Sicurezze apertura
Sicurezze chiusura
Sicurezza AP/CH
Chiuso
Apre l’anta
Esegue l’apertura
parziale
Nessun effetto
(OPEN inibito)
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto
Chiude il cancello
Chiude il cancello
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Nessun effetto
Inibisce comando di
OPEN al disimpegno
richiude dopo 5 sec.
Inibisce comando di
OPEN al disimpegno
richiude dopo 5 sec.
In chiusura
Blocca il funzionamento
del cancello, al successi-
vo impulso apre
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Nessun effetto
Inverte il moto del
cancello
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
In apertura
Blocca il funzionamento
del cancello, al successi-
vo impulso apre
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Logica “D” Condominiale C=1 d=0 E=1
Stato cancello
Impulsi
Open A
Open B
Stop
Sicurezze apertura
Sicurezze chiusura
Sicurezza AP/CH
Chiuso
Apre l’anta e richiude
dopo tempo di pausa
Esegue l’apertura parzia-
le dell’anta richiudendo
dopo tempo di pausa
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto in pausa
Ricarica tempo di pausa
Ricarica tempo di pausa
Blocca il funzionamento
Nessun effetto
Inibisce comando di
OPEN al disimpegno
richiude dopo 5 sec.
Blocca il tempo di
pausa, al disimpegno
richiude dopo 5 sec.
In chiusura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Nessun effetto
Inverte il moto del
cancello
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
ed al disimpegno inverte
In apertura
Nessun effetto
Nessun effetto
Blocca il funzionamento
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
11
ITALIANO
15. FISSAGGIO SCHEDA
Il contenitore da esterno è predisposto per l’alloggiamento della centrale, del trasformatore toroidale e delle eventuali
batterie tampone (Optional).
Per il fissaggio del trasformatore toroidale e del supporto scheda fare riferimento alle
specifiche istruzioni.
Per il fissaggio della scheda elettronica seguire le seguenti istruzioni:
1. Posizionare i distanziali in dotazione (Fig.5 rif.
) sulle colonnette identificate con le
seguenti lettere:
A-C-I-P-Q-G
.
2. Fissare la scheda utilizzando le viti in dotazione (Fig.5 rif.
).
I distanziali posizionati in corrispondenza delle lettere
A & P
servono solo da ap-
poggio per la scheda.
3. Eseguire i cablaggi secondo lo schema di collegamento (paragrafo 13).
4. Per il posizionamento ed il cablaggio del kit batterie fare riferimento alle relative
istruzioni.
Qualora si utilizzi il kit batterie è OBBLIGATORIO liberare il foro prefatturato nella
parte inferiore del contenitore (Fig. 6 rif.
), come richiesto dalle vigenti
), come richiesto dalle vigenti
norme di sicurezza.
Fig. 05
Fig. 06
Fig. 06
30
FRANÇAIS
12. FUSIBLES DE PROTECTION
FUSIBLE
PROTECTION
FUSIBLE
PROTECTION
FUSIBLE
PROTECTION
FUSIBLE
PROTECTION
F1
=T10A
250V - 5x20
Alimentation
24V~
F2
=T0.63A
250V - 5x20
Alimentation
accessoires
et chargeur
de batteries
F3
=R0.63A
250V - 5x20
Sortie
clignotant
F4
=R3.15A
250V - 5x20
Sortie électro-
serrure
13. SCHÉMA DE CONNEXION
Le descrizioni e le illustrazioni del presente manuale non sono impegnative. La GENIUS si riserva il diritto, lasciando inalterate le carat-
teristiche essenziali dell’apparecchiatura, di apportare in qualunque momento e senza impegnarsi ad aggiornare la presente pub-
blicazione, le modifiche che essa ritiene convenienti per miglioramenti tecnici o per qualsiasi altra esigenza di carattere costruttivo
o commerciale.
The descriptions and illustrations contained in the present manual are not binding. GENIUS reserves the right, whilst leaving the main
features of the equipments unaltered, to undertake any modifications it holds necessary for either technical or commercial reasons,
at any time and without revising the present publication.
Les descriptions et les illustrations du présent manuel sont fournies à titre indicatif. GENIUS se réserve le droit d’apporter à tout moment
les modifications qu’elle jugera utiles sur ce produit tout en conservant les caractéristiques essentielles, sans devoir pour autant mettre
à jour cette publication.
Die Beschreibungen und Abbildungen in vorliegendem Handbuch sind unverbindlich. GENIUS behält sich das Recht vor, ohne die
wesentlichen Eigenschaften dieses Gerätes zu verändern und ohne Verbindlichkeiten in Bezug auf die Neufassung der vorliegenden
Anleitungen, technisch bzw. konstruktiv/kommerziell bedingte Verbesserungen vorzunehmen.
Las descripciones y las ilustraciones de este manual no comportan compromiso alguno. GENIUS se reserva el derecho, dejando
inmutadas las características esenciales de los aparatos, de aportar, en cualquier momento y sin comprometerse a poner al día la
presente publicación, todas las modificaciones que considere oportunas para el perfeccionamiento técnico o para cualquier otro
tipo de exigencia de carácter constructivo o comercial.
De beschrijvingen in deze handleiding zijn niet bindend. GENIUS behoudt zich het recht voor op elk willekeurig moment de verande-
ringen aan te brengen die het bedrijf nuttig acht met het oog op technische verbeteringen of alle mogelijke andere productie- of
commerciële eisen, waarbij de fundamentele eigenschappen van de apparaat gehandhaafd blijven, zonder zich daardoor te
verplichten deze publicatie bij te werken.
GENIUS S.p.A.
Via Padre Elzi, 32
24050 Grassobbio (BG) - ITALIA
Tel.: 035/4242511
Fax: 035/4242600
www.geniusg.Com
00058I0384 Rev.3
De beschrijvingen in deze handleiding zijn niet bindend. GENIUS behoudt zich het recht voor op elk willekeurig moment de verande-
ringen aan te brengen die het bedrijf nuttig acht met het oog op technische verbeteringen of alle mogelijke andere productie- of
commerciële eisen, waarbij de fundamentele eigenschappen van de apparaat gehandhaafd blijven, zonder zich daardoor te
verplichten deze publicatie bij te werken.
Timbro del Rivenditore:/ Distributor’s Stamp:/ Timbre de l’Agent:/ Fachhändlerstempel:/
Sello del Revendedor:/ Stempel van de dealer:
/