Genius SPRINT 03 04 Istruzioni per l'uso

Marca
Genius
Categoria
Gate Opener
Modello
SPRINT 03 04
Tipo
Istruzioni per l'uso
SPRINT 03
SPRINT 03
230V 24V
230V 24V
SPRINT 04
SPRINT 04
115V 24V
115V 24V
ITALIANO
AVVERTENZE PER L’INSTALLATORE
OBBLIGHI GENERALI PER LA SICUREZZA
ATTENZIONE! È importante per la sicurezza delle persone seguire
attentamente tutta l’istruzione. Una errata installazione o un errato
uso del prodotto può portare a gravi danni alle persone.
Leggere attentamente le istruzioni prima di iniziare l’installazione del prodotto.
I materiali dell’imballaggio (plastica, polistirolo, ecc.) non devono essere lasciati alla
portata dei bambini in quanto potenziali fonti di pericolo.
Conservare le istruzioni per riferimenti futuri.
Questo prodotto è stato progettato e costruito esclusivamente per l’utilizzo indicato in
questa documentazione. Qualsiasi altro utilizzo non espressamente indicato potrebbe
pregiudicare l’integrità del prodotto e/o rappresentare fonte di pericolo.
GENIUS declina qualsiasi responsabilità derivata dall’uso improprio o diverso da quello
per cui l’automatismo è destinato.
Non installare l’apparecchio in atmosfera esplosiva: la presenza di gas o fumi
infiammabili costituisce un grave pericolo per la sicurezza.
Gli elementi costruttivi meccanici devono essere in accordo con quanto stabilito
dalle Norme EN 12604 e EN 12605.
Per i Paesi extra-CEE, oltre ai riferimenti normativi nazionali, per ottenere un livello di
sicurezza adeguato, devono essere seguite le Norme sopra riportate.
GENIUS non è responsabile dell’inosservanza della Buona Tecnica nella costruzione
delle chiusure da motorizzare, nonché delle deformazioni che dovessero intervenire
nell’utilizzo.
L’installazione deve essere effettuata nell’osservanza delle Norme EN 12453 e EN
12445. Il livello di sicurezza dell’automazione deve essere C+D.
Prima di effettuare qualsiasi intervento sull’impianto, togliere l’alimentazione elettrica
e scollegare le batterie.
Prevedere sulla rete di alimentazione dell’automazione un interruttore onnipolare con
distanza d’apertura dei contatti uguale o superiore a 3 mm. È consigliabile l’uso di
un magnetotermico da 6A con interruzione onnipolare.
Verificare che a monte dell’impianto vi sia un interruttore differenziale con soglia
da 0,03 A.
Verificare che l’impianto di terra sia realizzato a regola d’arte e collegarvi le parti
metalliche della chiusura.
L’automazione dispone di una sicurezza intrinseca antischiacciamento costituita
da un controllo di coppia. E’ comunque necessario verificarne la sogli di intervento
secondo quanto previsto dalle Norme indicate al punto 10.
I dispositivi di sicurezza (norma EN 12978) permettono di proteggere eventuali
aree di pericolo da Rischi meccanici di movimento, come ad Es. schiacciamento,
convogliamento, cesoiamento.
Per ogni impianto è consigliato l’utilizzo di almeno una segnalazione luminosa nonché
di un cartello di segnalazione fissato adeguatamente sulla struttura dell’infisso, oltre
ai dispositivi citati al punto “16”.
GENIUS declina ogni responsabilità ai fini della sicurezza e del buon funzionamento
dell’automazione, in caso vengano utilizzati componenti dell’impianto non di
produzione GENIUS.
Per la manutenzione utilizzare esclusivamente parti originali GENIUS.
Non eseguire alcuna modifica sui componenti facenti parte del sistema
d’automazione.
L’installatore deve fornire tutte le informazioni relative al funzionamento manuale
del sistema in caso di emergenza e consegnare all’Utente utilizzatore dell’impianto
il libretto d’avvertenze allegato al prodotto.
Non permettere ai bambini o persone di sostare nelle vicinanze del prodotto
durante il funzionamento.
L’applicazione non può essere utilizzata da bambini, da persone con ridotte
capacità fisiche, mentali, sensoriali o da persone prive di esperienza o del necessario
addestramento.
Tenere fuori dalla portata dei bambini radiocomandi o qualsiasi altro datore di
impulso, per evitare che l’automazione possa essere azionata involontariamente.
Il transito tra le ante deve avvenire solo a cancello completamente aperto.
L’utente utilizzatore deve astenersi da qualsiasi tentativo di riparazione o d’intervento
e deve rivolgersi solo ed esclusivamente a personale qualificato GENIUS o centri
d’assistenza GENIUS.
Tutto quello che non è previsto espressamente in queste istruzioni non è permesso.
ENGLISH
WARNINGS FOR THE INSTALLER
GENERAL SAFETY REGULATIONS
ATTENTION! To ensure the safety of people, it is important that you read
all the following instructions. Incorrect installation or incorrect use
of the product could cause serious harm to people.
Carefully read the instructions before beginning to install the product.
Do not leave packing materials (plastic, polystyrene, etc.) within reach of children
as such materials are potential sources of danger.
Store these instructions for future reference.
This product was designed and built strictly for the use indicated in this documentation.
Any other use, not expressly indicated here, could compromise the good condition/
operation of the product and/or be a source of danger.
GENIUS declines all liability caused by improper use or use other than that for which
the automated system was intended.
Do not install the equipment in an explosive atmosphere: the presence of
inflammable gas or fumes is a serious danger to safety.
The mechanical parts must conform to the provisions of Standards EN 12604 and EN 12605.
For non-EU countries, to obtain an adequate level of safety, the Standards mentioned
above must be observed, in addition to national legal regulations.
GENIUS is not responsible for failure to observe Good Technique in the construction
of the closing elements to be motorised, or for any deformation that may occur
during use.
The installation must conform to Standards EN 12453 and EN 12445. The safety level
of the automated system must be C+D.
Before attempting any job on the system, cut out electrical power and disconnect
the batteries.
The mains power supply of the automated system must be fitted with an all-pole
switch with contact opening distance of 3mm or greater. Use of a 6A thermal breaker
with all-pole circuit break is recommended.
Make sure that a differential switch with threshold of 0.03 A is fitted upstream of
the system.
Make sure that the earthing system is perfectly constructed, and connect metal parts
of the means of the closure to it.
The automated system is supplied with an intrinsic anti-crushing safety device
consisting of a torque control. Nevertheless, its tripping threshold must be checked
as specified in the Standards indicated at point 10.
The safety devices (EN 12978 standard) protect any danger areas against mechanical
movement Risks, such as crushing, dragging, and shearing.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
27.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
Use of at least one indicator-light is recommended for every system, as well as a
warning sign adequately secured to the frame structure, in addition to the devices
mentioned at point “16”.
GENIUS declines all liability as concerns safety and efficient operation of the
automated system, if system components not produced by GENIUS are used.
For maintenance, strictly use original parts by GENIUS.
Do not in any way modify the components of the automated system.
The installer shall supply all information concerning manual operation of the system
in case of an emergency, and shall hand over to the user the warnings handbook
supplied with the product.
Do not allow children or adults to stay near the product while it is operating.
The application cannot be used by children, by people with reduced physical, mental,
sensorial capacity, or by people without experience or the necessary training.
Keep radio controls or other pulse generators away from children, to prevent the
automated system from being activated involuntarily.
Transit through the leaves is allowed only when the gate is fully open.
The User must not in any way attempt to repair or to take direct action and must solely
contact qualified GENIUS personnel or GENIUS service centres.
Anything not expressly specified in these instructions is not permitted.
FRANÇAIS
CONSIGNES POUR L’INSTALLATEUR
RÈGLES DE SÉCURITÉ
ATTENTION! Il est important, pour la sécurité des personnes, de suivre
à la lettre toutes les instructions. Une installation erronée ou un
usage erroné du produit peut entraîner de graves conséquences
pour les personnes.
Lire attentivement les instructions avant d’installer le produit.
Les matériaux d’emballage (matière plastique, polystyrène, etc.) ne doivent pas
être laissés à la portée des enfants car ils constituent des sources potentielles
de danger.
Conserver les instructions pour les références futures.
Ce produit a été conçu et construit exclusivement pour l’usage indiqué dans
cette documentation. Toute autre utilisation non expressément indiquée pourrait
compromettre l’intégrité du produit et/ou représenter une source de danger.
GENIUS décline toute responsabilité qui dériverait d’usage impropre ou différent de
celui auquel l’automatisme est destiné.
Ne pas installer l’appareil dans une atmosphère explosive: la présence de gaz ou de
fumées inflammables constitue un grave danger pour la sécurité.
Les composants mécaniques doivent répondre aux prescriptions des Normes EN
12604 et EN 12605.
Pour les Pays extra-CEE, l’obtention d’un niveau de sécurité approprié exige non
seulement le respect des normes nationales, mais également le respect des
Normes susmentionnées.
GENIUS n’est pas responsable du non-respect de la Bonne Technique dans la
construction des fermetures à motoriser, ni des déformations qui pourraient intervenir
lors de l’utilisation.
L’installation doit être effectuée conformément aux Normes EN 12453 et EN 12445.
Le niveau de sécurité de l’automatisme doit être C+D.
Couper l’alimentation électrique et déconnecter la batterie avant toute intervention
sur l’installation.
Prévoir, sur le secteur d’alimentation de l’automatisme, un interrupteur
omnipolaire avec une distance d’ouverture des contacts égale ou supérieure à
3 mm. On recommande d’utiliser un magnétothermique de 6A avec interruption
omnipolaire.
Vérifier qu’il y ait, en amont de l’installation, un interrupteur différentiel avec un
seuil de 0,03 A.
Vérifier que la mise à terre soit réalisée selon les règles de l’art et y connecter les
pièces métalliques de la fermeture.
L’automatisme dispose d’une sécurité intrinsèque anti-écrasement, formée d’un
contrôle du couple. Il est toutefois nécessaire d’en vérifier le seuil d’intervention
suivant les prescriptions des Normes indiquées au point 10.
Les dispositifs de sécurité (norme EN 12978) permettent de protéger des zones
éventuellement dangereuses contre les Risques mécaniques du mouvement, comme
l’écrasement, l’acheminement, le cisaillement.
On recommande que toute installation soit dotée au moins d’une signalisation
lumineuse, d’un panneau de signalisation fixé, de manière appropriée, sur la structure
de la fermeture, ainsi que des dispositifs cités au point “16”.
GENIUS décline toute responsabilité quant à la sécurité et au bon fonctionnement
de l’automatisme si les composants utilisés dans l’installation n’appartiennent pas
à la production GENIUS.
Utiliser exclusivement, pour l’entretien, des pièces GENIUS originales.
Ne jamais modifier les composants faisant partie du système d’automatisme.
L’installateur doit fournir toutes les informations relatives au fonctionnement manuel du
système en cas d’urgence et remettre à l’Usager qui utilise l’installation les “Instructions
pour l’Usager” fournies avec le produit.
Interdire aux enfants ou aux tiers de stationner près du produit durant le
fonctionnement.
Ne pas permettre aux enfants, aux personennes ayant des capacités physiques,
mentales et sensorielles limitées ou dépourvues de l’expérience ou de la formation
nécessaires d’utiliser l’application en question.
Eloigner de la portée des enfants les radiocommandes ou tout autre générateur
d’impulsions, pour éviter tout actionnement involontaire de l’automatisme.
Le transit entre les vantaux ne doit avoir lieu que lorsque le portail est complètement
ouvert.
L’utilisateur doit s’abstenir de toute tentative de réparation ou d’intervention et
doit s’adresser uniquement et exclusivement au personnel qualifié GENIUS ou aux
centres d’assistance GENIUS.
Tout ce qui n’est pas prévu expressément dans ces instructions est interdit.
ESPAÑOL
ADVERTENCIAS PARA EL INSTALADOR
REGLAS GENERALES PARA LA SEGURIDAD
ATENCION! Es sumamente importante para la seguridad de las
personas seguir atentamente las presentes instrucciones. Una
instalación incorrecta o un uso impropio del producto puede
causar graves daños a las personas.
Lean detenidamente las instrucciones antes de instalar el producto.
Los materiales del embalaje (plástico, poliestireno, etc.) no deben dejarse al alcance
de los niños, ya que constituyen fuentes potenciales de peligro.
Guarden las instrucciones para futuras consultas.
Este producto ha sido proyectado y fabricado exclusivamente para la utilización
indicada en el presente manual. Cualquier uso diverso del previsto podría perjudicar
el funcionamiento del producto y/o representar fuente de peligro.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
27.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
27.
1.
2.
3.
4.
1
ITALIANO
Note per la lettura dell’istruzione
Leggere completamente questo manuale di installazione prima di iniziare l’installazione del prodotto.
Il simbolo
evidenzia note importanti per la sicurezza delle persone e l’integrità dell’automazione.
Il simbolo
richiama l’attenzione su note riguardanti le caratteristiche od il funzionamento del prodotto.
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÁ
Fabbricante: GENIUS S.p.A.
Indirizzo: Via Padre Elzi, 32 - 24050 - Grassobbio- Bergamo - ITALIA
Dichiara che: L’apparecchiatura elettronica mod. SPRINT 03
è conforme ai requisiti essenziali di sicurezza delle seguenti direttive CEE:
2006/95/CE direttiva Bassa Tensione.
2004/108/CE direttiva Compatibilità Elettromagnetica.
Nota aggiuntiva:
Questo prodotto è stato sottoposto a test in una configurazione tipica omogenea (tutti prodotti di costruzione GENIUS
S.p.A.)
Grassobbio, 01 Settembre 2008
L’Amministratore Delegato
D. Gianantoni
INDICE
1. CARATTERISTICHE GENERALI pag.2
2. CARATTERISTICHE TECNICHE pag.2
3. PREDISPOSIZIONI pag.2
4. LAY OUT SCHEDA pag.3
5. COLLEGAMENTI E FUNZIONAMENTO pag.3
5.1. MORSETTIERA CN1 pag.3
5.2. MORSETTIERA CN2 pag.4
5.3. MORSETTIERA CN3 pag.4
5.4. MORSETTIERA CN4 pag.5
6. INSERIMENTO SCHEDA RICEVITORE PER RADIOCOMANDO pag.6
7. LEDS DI CONTROLLO pag.7
8. FUNZIONAMENTO DEL DISPLAY pag.7
9. REGOLAZIONE DEI PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO pag.7
10. PROGRAMMAZIONE pag.9
11. FUNZIONAMENTO DELLA FRIZIONE ELETTRONICA pag.9
12. FUSIBILI DI PROTEZIONE pag.9
13. LOGICHE DI FUNZIONAMENTO pag.10
14. FISSAGGIO SCHEDA pag.12
2
ITALIANO
APPARECCHIATURA ELETTRONICA 24Vdc PER CANCELLI SCORREVOLI
ISTRUZIONI PER L’USO - NORME D’INSTALLAZIONE
1. CARATTERISTICHE GENERALI
Questa centrale di comando a 24Vdc per cancelli scorrevoli offre elevate prestazioni ed un ampio numero di rego-
lazioni, con rallentamenti in apertura e chiusura, gestione di un encoder e possibilità di gestire i finecorsa in apertura
ed in chiusura.
Grazie alla gestione dell’encoder questa centrale, se correttamente installata, garantisce un’installazione conforme
alle vigenti norme di sicurezza.
Un sofisticato controllo elettronico monitorizza costantemente il circuito di potenza ed interviene bloccando la centrale
in caso di anomalie che possano pregiudicare il funzionamento della frizione elettronica.
I settaggi dei parametri e le logiche di funzionamento vengono impostati e visualizzati su di un comodo display a
cristalli liquidi che, durante il funzionamento normale, visualizza lo stato del cancello. La regolazione dei tempi di
funzionamento avvengono in auto apprendimento durante la fase di programmazione.
Nei motoriduttori in versione “C” la centrale di comando è a bordo del motoriduttore. È disponibile un contenitore
stagno per l’alloggiamento della centrale e delle eventuali batterie tampone (optional) che devono essere corrispon-
denti alle indicazioni riportate nella tabella seguente.
2. CARATTERISTICHE TECNICHE
Tensione di alimentazione del trasformatore 230/115 Vac (+6 -10%) - 50/60 Hz.
Tensione di alimentazione della centrale 24 Vac (+6 -10%) - 50/60 Hz.
Potenza assorbita 3 W
Carico max. motore 70 W
Carico max. accessori 24Vdc 500mA
Carico max. lampeggiante / luce di cortesia 24Vdc 15W max.
Temperatura ambiente -20°C +50°C
Fusibili di protezione 4 (3 autoripristinanti)
Logiche di funzionamento
Automatica / Automatica Passo passo / Semiautomatica
/ Semiautomatica Passo-Passo / Condominiale
Tempo di apertura / chiusura In auto apprendimento in fase di programmazione
Tempo di pausa In auto apprendimento in fase di programmazione
Forza di spinta Quattro livelli regolabili tramite display
Rallentamenti In apertura e chiusura
Ingressi in morsettiera
Alimentazione 24Vac, Alimentazione batterie, Encoder,
Apertura totale, Apertura pedonale, Sicurezze in aper-
tura, Sicurezze in chiusura, Stop, Finecorsa in apertura,
Finecorsa in chiusura
Connettore per radio Connettore rapido 5 pin per ricevente
Uscite in morsettiera
Alimentazione accessori 24Vdc, Motori 24Vdc, Luce
di cortesia / Lampeggiante 24Vdc, Elettroserratura
12Vdc/ac
Dimensioni scheda 145 x 128 mm.
Caratteristiche trasformatore toroidale 230Vac prim. 230Vac sec. 22Vac 80VA
Caratteristiche trasformatore toroidale 115Vac prim. 115Vac sec. 20Vac 80VA
Caratteristiche batterie opzionali 12V 4Ah dimensioni: 90 x 70 x 108 mm.
Caratteristiche contenitore per esterno 306 x 225 x 130 mm. - IP55
In funzione della tensione di rete si possono avere valori d’uscita diversi sulla tensione 24Vac. Prima di procedere
alla messa in servizio occorre sempre verificare la tensione d’uscita del trasformatore. Questa non deve essere
superiore a 26Vac sia per l’alimentazione a 230Vac che 115Vac. La tensione deve essere misurata a vuoto,
ovvero con il trasformatore alimentato e scollegato dalla scheda.
3. PREDISPOSIZIONI
E’ importante per la sicurezza delle persone seguire attentamente tutte le avvertenze e le istruzioni presenti in
questo libretto. Un’errata installazione o un errato uso del prodotto può portare a gravi danni alle persone.
Conservare le istruzioni per riferimenti futuri
Verificare che a monte dell’impianto vi sia un adeguato interruttore differenziale come prescritto dalla normativa
vigente e prevedere sulla rete d’alimentazione un magnetotermico onnipolare.
Per la messa in opera dei cavi elettrici utilizzare adeguati tubi rigidi e/o flessibili.
Separare sempre i cavi di collegamento degli accessori a bassa tensione da quelli di alimentazione 115/230 Vac. Per
evitare qualsiasi interferenza utilizzare guaine separate.
Nel caso si voglia portare la centrale in posizione remota rispetto al motore la lunghezza massima dei cavi
d’alimentazione tra centrale e motore non deve essere superiore ai 3 m., utilizzando dei cavi con sezione 2.5
mm
2
per il motore e 3x0.5 mm² per l’encoder ed i finecorsa (opzionali). Non è possibile garantire il corretto
funzionamento dell’encoder per distanze superiori ai 3 metri.
Per il fissaggio dei vari componenti all’interno del contenitore stagno, fare riferimento al paragrafo 15.
3
ITALIANO
4. LAY OUT SCHEDA
5. COLLEGAMENTI E FUNZIONAMENTO
5.1. MORSETTIERA CN1
5.1.1. ALIMENTAZIONE 22V
Morsetti “VAC – VAC”. Ingresso al quale va collegato il circuito secondario del trasformatore 24Vac 50/60 Hz. La presenza
d’alimentazione per mezzo del trasformatore è segnalata dall’accensione del led “DL1”.
5.1.2. BATTERIE
Morsetti “+BAT – BAT”. Collegare a questi morsetti i cavi di alimentazione delle batterie tampone (opzionali). La centrale
è predisposta per poter funzionare con due batterie tampone con caratteristiche minime riportate nella tabella di
paragrafo 2. Durante il funzionamento normale la centrale provvede a mantenere in carica le batterie, queste entrano
in funzione qualora viene a mancare l’alimentazione al trasformatore.
L’alimentazione per mezzo delle sole batterie è da considerarsi una situazione d’emergenza, il numero di
manovre possibili è legato alla qualità delle batterie stesse, dalla struttura del cancello da movimentare, da
quanto tempo è passato dalla sospensione dell’alimentazione di rete etc. etc..
Rispettare la polarità d’alimentazione delle batterie.
COMPONENTI
CN1 Morsettiera alimentazione
CN2 Morsettiera uscite
CN3 - CN4 Morsettiere ingressi
CN5 Innesto ricevente
P1 - P2 Pulsanti di programmazione
RESET Pulsante di reset
F1 Fusibile di protezione alimentazione
F2 - F3 - F4 Fusibili auto ripristinanti
LCD Display di visualizzazione
DL1 Led presenza rete
DL2 Led stato ingresso STOP
DL3 Led stato ingresso FSW CL
DL4 Led stato ingresso FSW OP
DL5 Led stato ingresso FCC
DL6 Led stato ingresso FCA
COMPONENTI
CN1 Morsettiera alimentazione
CN2 Morsettiera uscite
CN3 - CN4 Morsettiere ingressi
CN5 Innesto ricevente
P1 - P2 Pulsanti di programmazione
RESET Pulsante di reset
F1 Fusibile di protezione alimentazione
F2 - F3 - F4 Fusibili auto ripristinanti
LCD Display di visualizzazione
DL1 Led presenza rete
DL2 Led stato ingresso STOP
DL3 Led stato ingresso FSW CL
DL4 Led stato ingresso FSW OP
DL5 Led stato ingresso FCC
DL6 Led stato ingresso FCA
4
ITALIANO
5.1.3. ACCESSORI
Morsetti “+24V – -24V”. A questi morsetti vanno collegati i cavi d’alimentazione degli accessori.
Il carico massimo degli accessori non deve superare i 500 mA.
L’uscita di questi morsetti è in corrente continua, rispettare la polarità di alimentazione degli accessori.
5.1.4. TERRA
Morsetto “ “. A questo morsetto va collegato il cavo per la messa a terra della centralina.
Per un corretto funzionamento della centrale è assolutamente necessario effettuare questo collegamento.
5.2. MORSETTIERA CN2
5.2.1. MOTORIDUTTORE
Morsetti “APM1 – CHM1”. Collegare a questi morsetti i cavi
di alimentazione del motore. Il carico massimo applicato a
questi morsetti non deve superare i 70W
5.2.2. LAMPEGGIANTE / LAMPADA DI CORTESIA
Morsetti “LAMP – LAMP”. A questi morsetti può essere col-
legato sia un lampeggiante che una lampada di cortesia,
entrambi con alimentazione 24Vdc massimo 15W. Il funziona-
mento di questa uscita viene selezionato tramite il parametro
G”, vedi paragrafo 9.
Funzionamento del lampeggiante:
Durante il funzionamento normale il lampeggiante è in fun-
zione solo con le ante in movimento. Con le ante ferme, sia in
apertura che in chiusura il lampeggiante rimarrà spento.
E’ consigliato collegare il lampeggiante prima della
fase di programmazione in quanto ne indica le
fasi.
Utilizzare un lampeggiante a luce fissa, il lampeggio è
gestito dalla centrale.
Funzionamento della luce di cortesia:
La luce di cortesia rimane accesa per tutto il tempo del ciclo. A ciclo ultimato la luce rimane accesa per altri 2 minuti.
Il tempo di attivazione della luce di cortesia non può essere modificato. Utilizzare una lampada con alimentazione
24V 15W massimo.
5.3. MORSETTIERA CN3
5.3.1. FINECORSA IN CHIUSURA
Morsetti “COMF – FCC”. Contatto normalmente chiuso. Que-
sto interviene sul moto di chiusura del cancello definendo
l’inizio del tratto rallentato. Lo stato di questo ingresso è
segnalato dal led DL5.
5.3.2. FINECORSA IN APERTURA
Morsetti “COMF – FCA”. Contatto normalmente chiuso. Que-
sto interviene sul moto di apertura del cancello definendo
l’inizio del tratto rallentato. Lo stato di questo ingresso è
segnalato dal led DL6.
• I finecorsa non possono essere utilizzati per arre-
stare immediatamente il moto del cancello
5.3.3. ENCODER
Morsetti “SIG. - -ENC - +ENC”. Utilizzare l’encoder fornito con
la centrale. Al morsetto “SIG.” collegare il segnale di ritorno
dal morsetto “S” dell’encoder, al morsetto “-ENC” collegare
il morsetto “V-” dell’encoder ed al morsetto “+ENC
collegare il morsetto “V+” dell’encoder.
L’utilizzo dell’encoder è assolutamente necessario per il corretto funzionamento della centrale.
Per il corretto funzionamento dell’encoder rispettare il collegamento sopra descritto.
5
ITALIANO
5.4. MORSETTIERA CN4
5.4.1. APERTURA TOTALE
Morsetti “COM2 – OPEN A”. Contatto normalmente aperto. Collegare a questi morsetti
un qualsiasi datore d’impulso (es. pulsante, selettore a chiave etc.) che, chiudendo
un contatto, genera un impulso di apertura o chiusura totale del cancello. Il suo
funzionamento è definito dal parametro di funzionamento “D” vedi paragrafo 9.
• Un impulso di apertura totale ha sempre la precedenza sull’apertura pe-
donale.
• Per collegare più datori d’impulso collegare i dispositivi in parallelo.
5.4.2. APERTURA PEDONALE
Morsetti “COM2 – OPEN B”. Contatto normalmente aperto. Collegare a questi morsetti
un qualsiasi datore d’impulso (es. pulsante, selettore a chiave etc.) che, chiudendo un
contatto, genera un impulso di apertura parziale o chiusura del cancello. L’apertura
pedonale corrisponde a circa il 30% dell’apertura totale memorizzata.
• Un impulso di apertura totale ha sempre la precedenza sull’apertura pe-
donale.
• Per collegare più datori d’impulso collegare i dispositivi in parallelo.
5.4.3. STOP
Morsetti “COM2 – STOP”. Contatto normalmente chiuso. Collegare a questi morsetti un qualsiasi dispositivo di sicurezza
(es. pressostato, costa etc.) che , aprendo un contatto, provoca l’arresto immediato del cancello e disabilita ogni
funzione automatica. Lo stato di questo ingresso è segnalato dal led “DL2”. Solo con un successivo impulso d’apertura,
totale o parziale, il cancello riprende il ciclo memorizzato.
• Nel caso non vengano collegati dispositivi di STOP è necessario ponticellare l’ingresso.
• Per collegare più comandi di STOP collegare i dispositivi in serie.
5.4.4. SICUREZZE IN CHIUSURA
Morsetti “COM2 – FSW CL”. Contatto normalmente chiuso. Collegare a questi morsetti un qualsiasi dispositivo di sicu-
rezza (es. fotocellula, costa, pressostato, etc..) che, aprendo un contatto, agisce sul moto di chiusura del cancello
provocandone l’inversione sino alla posizione di apertura. Lo stato di questo ingresso è segnalato dal led “DL3”.
5.4.5. SICUREZZE IN APERTURA
Morsetti “COM2 – FSW OP”. Contatto normalmente chiuso. Collegare a questi morsetti un qualsiasi dispositivo di sicu-
rezza (es. fotocellula, costa, pressostato, etc..) che, aprendo un contatto, agisce sul moto d’apertura del cancello
provocandone l’inversione sino alla posizione di chiusura. Lo stato di questo ingresso è segnalato dal led “DL4”.
•Per il corretto collegamento dei dispositivi di sicurezza fare riferimento alle immagini seguenti:
6
ITALIANO
6. INSERIMENTO SCHEDA RICEVITORE PER RADIOCOMANDO
La centrale è predisposta per alloggiare un modulo radioricevitore a 5 pin. Per procedere all’installazione togliere
l’alimentazione elettrica ed inserire il modulo nell’apposito connettore CN5 sulla
centrale.
Per non danneggiare, e quindi compromettere irrimediabilmente il funzio-
namento, la ricevente deve essere innestata rispettando l’orientamento
specificato nella figura a lato.
Seguire poi le istruzioni del radioricevitore per la memorizzazione del radioco-
mando.
Nessun dispositivo di sicurezza collegatoNessun dispositivo di sicurezza collegato Una coppia di fotocellule in chiusuraUna coppia di fotocellule in chiusura
Una coppia di fotocellule in chiusura ed una in aper-
tura
Una coppia di fotocellule in chiusura ed una in aper-
tura
Una coppia di fotocellule in apertura, una in chiusura
ed una in chiusura ed apertura
Una coppia di fotocellule in apertura, una in chiusura
ed una in chiusura ed apertura
7
ITALIANO
7. LEDS DI CONTROLLO
LEDS ACCESO SPENTO
DL1 Alimentazione tramite trasformatore toroidale
Alimentazione per mezzo delle batterie o mancanza
di alimentazione
DL2 Comando di stop non attivato Comando di stop attivato
DL3 Sicurezza in chiusura non impegnata Sicurezza in chusura impegnata
DL4 Sicurezza in apertura non impegnata Sicurezza in apertura impegnata
DL5 Finecorsa in chiusura non impegnato Finecorsa in chiusura impegnato
DL6 Finecorsa in apertura non impegnato Finecorsa in apertura impegnato
• In neretto è riportato lo stato dei leds con cancello chiuso, centrale alimentata ed entrambi i finecorsa
installati.
• Nel caso non siano utilizzati i finecorsa è necessario ponticellare i rispettivi ingressi, i leds DL5 e DL6 devono
essere accesi.
• Nel caso non venga installato alcun dispositivo di STOP è necessario ponticellare l’ingresso, il led DL2 deve
essere acceso.
• Nel caso non vengano collegati dispositivi di sicurezza è necessario ponticellare i rispettivi ingressi, i led DL3 e
DL4 devono essere accesi.
8. FUNZIONAMENTO DEL DISPLAY
La centrale è dotata di un comodo display per la visualizzazione dei parametri di funzionamento e per la loro program-
mazione. Inoltre durante il normale funzionamento visualizza costantemente lo stato del cancello.
I valori visualizzati sono riportati nella tabella seguente:
VALORE
VISUALIZZATO
STATO CANCELLO
- -
Cancello a riposo
O P
Cancello in apertura o aperto (Solo con chiusura automatica non abilitata)
t c
Cancello aperto in pausa (Solo con richiusura automatica abilitata)
C L
Cancello in chiusura
9. REGOLAZIONE DEI PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO
I parametri di funzionamento della centrale sono identificati con due caratteri, una lettera, minuscola o maiuscola, ed
in numero. La lettera identifica il parametro che stiamo modificando mentre il numero il valore impostato. Ad esempio
se sul display compare la scritta “
A2
” significa che stiamo modificando la forza del motore e la sensibilità della frizione
elettronica, lettera
A
, e che attualmente è al valore
2
.
Per accedere alla regolazione dei parametri di funzionamento seguire le indicazioni seguenti:
Una volta eseguiti tutti i collegamenti necessari, alimentare l’impianto e verificare che tutti i leds di segnalazione
si trovino nella situazione indicata nel paragrafo 7.
Il display visualizzerà il valore “--”.
Premere e tenere premuto il pulsante P2 fino a che sul display non viene visualizzato il nome ed il valore del primo
parametro.
Per modificare il valore del parametro premere il tasto P1.
Per passare al parametro successivo premere il tasto P2.
Trascorsi 60 secondi senza che si tocchi nessun tasto la centrale esce dalla modalità di regolazione. E’ possibile
uscire manualmente dalle modalità di regolazione facendo scorrere, tramite il tasto P2, tutti i parametri. Quando
il display visualizza il valore “--“ si è tornati al funzionamento normale.
Nella tabella seguente sono riassunti tutti i parametri impostabili ed i valori assegnabili.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
8
ITALIANO
DISPLAY DESCRIZIONE
Regolazione della sensibilità della frizione elettronica e della forza del motore.
A1
Forza motore minima, più sensibile all’ostacolo
A2
Forza motore medio-bassa, sensibilità all’ostacolo medio-alta
A3
Fora motore medio-alta, sensibilità all’ostacolo medio-bassa
A4
Forza motore alta, bassa sensibilità all’ostacolo
Richiusura Automatica: con questa funzione si abilita o disabilita la richiusura automatica del cancello
c0
Disattivata
c1
Attivata
Funzionamento del comando OPEN A: questa funzione determina il comportamento del pulsante di OPEN A (apertura
totale).
d0
Apre / Chiude / Apre
d1
Apre / Stop / Chiude / Stop
Funzione condominiale: attivando questa funzione durante la fase di apertura del cancello verrà inibito il comando
di start.
E0
Disattivata
E1
Attivata
Luce di cortesia / lampeggiante : con questo parametro è possibile selezionare il tipo di uscita dai morsetti LAMP - LAMP
scegliendo tra lampeggiante e luce di cortesia. ATTENZIONE: il carico massimo dei morsetti è di 24Vdc 15W max.
G0
Lampeggiante
G1
Luce di cortesia (attiva per circa 2 minuti)
Percentuale punto di rallentamento: con questo parametro si imposta la lunghezza del tratto rallentato, scegliendo
tra i quattro valori prefissati
H1
10% della massima apertura memorizzata
H2
20% della massima apertura memorizzata
H3
30% della massima apertura memorizzata
H4
40% della massima apertura memorizzata
Velocità durante la fase rallentata: con questo parametro è possibile impostare la velocità del motore durante la fase
rallentata, scegliendo tra i due valori
i0
Alta
i1
Bassa
Funzionamento con encoder o encoder+finecorsa: con questa funzione è possibile scegliere il tipo di funzionamento
dell’automazione. Nel funzionamento con il solo encoder al termine della manovra di chiusura la centrale comanda
una breve di moto in modo d’agevolare l’eventuale operazione di sblocco.
L0
Funzionamento solo con encoder
L1
Funzionamento con encoder e finecorsa
Prelampeggio in chiusura: attivando questa funzione prima della fase di chiusura il lampeggiante esegue un prelam-
peggio ad indicare che il cancello sta per mettersi in movimento. Il tempo del prelampeggio è di circa 1.5 secondi e
non può essere modificato.
n0
Prelampeggio escluso
n1
Prelampeggio inserito
Chiusura immediata: attivando questa funzione con il cancello aperto in pausa, quindi con logiche di funzionamento
Automatica, Automatica passo-passo o condominiale, quando si transita davanti alle fotocellule attive in chiusura o aper-
tura e chiusura il cancello chiude immediatamente senza aspettare lo scadere del tempo di pausa programmato.
o0
Chiusura immediata disattivata
o1
Chiusura immediata attivata
Comando di chiusura immediata/timer: questa funzione permette di comandare la chiusura immediata del cancello
o il suo arrsto tramite il comando di apertura totale OPEN A. Questa funzione è attiva solo in combinazione a logiche di
funzionamento con chiusura automatica del cancello (Automatica, Automatica passo-passo e Condominiale)
P0
Chiusura immediata: con il cancello aperto in pausa a seguito di un impulso con il comando di OPEN A il
cancello inizia la manovra di chiusura senza aspettare lo scadere del tempo di pausa.
P1
Funzione Timer: con il cancello aperto in pausa con un impulso singolo del comando OPEN A la centrale
ricomincia il conteggio del tempo di pausa prima di richiudersi. Se mantengo premuto il comando di OPEN
A il conteggio del tempo di pausa si arresta ed il cancello rimarrà aperto sino a quando il comando OPEN
A è attivo. Al rilascio del comando il cancello si richiuderà trascorso il tempo di pausa.
Funzione Soft Block: questa funzione permette di attivare una breve frenata del cancello prima di arrestare il moto
del cancello.
r0
Funzione non attiva, arresto immediato dell’anta
r1
Funzione attiva, breve frenata del cancello prima del suo arresto
9
ITALIANO
10. PROGRAMMAZIONE
Durante la procedura di programmazione la centrale memorizza le battute meccaniche in apertura, in chiusura e
l’eventuale tempo di pausa prima della richiusura.
Sbloccare il motoriduttore e posizionare il cancello circa a metà dell’apertura. Ribloccare il motoriduttore.
Alimentare la centrale e verificare che sul display venga visualizzato il valore “--”.
Premere e tenere premuto il pulsante P2 fino a che il display non visualizza il primo parametro ed il relativo valo-
re.
Dare un comando di OPEN A con un qualsiasi dispositivo collegato a questo ingresso, il display visualizza il valore
Pr”ed il cancello inizia a muoversi. La prima manovra eseguita dal cancello deve essere in chiusura. Se ciò non
avviene è necessario arrestare il movimento del cancello premendo il pulsante “RESET”. Togliere tensione e procedere
quindi ad invertire i fili del motore (morsetti APM1 e CHM1). Riprendere la fase di programmazione dal punto 1.
Una volta raggiunta la battuta meccanica in chiusura o il finecorsa in chiusura il motoriduttore esegue una pausa
di circa 2 secondi, dopodichè riparte con una manovra di apertura totale sino alla battuta meccanica in apertura
o al relativo finecorsa.
Una volta raggiunta la posizione di apertura inizia il conteggio del tempo di pausa. Questo avviene anche se non
è stata abilitata la richiusura automatica del cancello
Trascorso il tempo desiderato dare un nuovo impulso di OPEN A ed il cancello inizierà la fase di chiusura.
Una volta raggiunto l’arresto in chiusura o il relativo finecorsa la fase di programmazione è conclusa ed il display
visualizza il valore “--”.
• Durante tutta la procedura di programmazione il display visualizzerà il valore “Pr”.
• Per tutto il tempo di programmazione il lampeggiante rimarrà acceso a luce fissa.
• Il movimento delle ante durante la procedura di programmazione avviene in modo rallentato.
11. FUNZIONAMENTO DELLA FRIZIONE ELETTRONICA
Dispositivo importantissimo ai fini della sicurezza, la sua taratura rimane costante nel tempo senza essere soggetta ad
usure. Essa è attiva sia in apertura che in chiusura, quando interviene inverte il moto del cancello senza disabilitare la
richiusura automatica, se inserita.
Durante il moto di chiusura se interviene per più volte consecutive, la centrale si posiziona in STOP disabilitando qual-
siasi comando automatico. Questo perché intervenendo più volte consecutive significa che l’ostacolo permane e
potrebbe essere pericoloso effettuare qualsiasi manovra. Per ripristinare il funzionamento normale è necessario un
impulso di OPEN A / OPEN B da parte dell’utilizzatore.
12. FUSIBILI DI PROTEZIONE
FUSIBILE PROTEZIONE FUSIBILE PROTEZIONE FUSIBILE PROTEZIONE FUSIBILE PROTEZIONE
F1=T10A
250V - 5x20
Alimentazio-
ne 24Vac
F2= Autoripri-
stinante
Lampeg-
giante
F3= Autoripri-
stinante
Carica
batterie
F4= Autoripri-
stinante
Alimentazio-
ne accessori
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
10
ITALIANO
13. LOGICHE DI FUNZIONAMENTO
Logica “A” Automatica C=1 d=0 E=0
Stato cancello
Impulsi
Open A Open B Stop Sicurezze apertura Sicurezze chiusura Sicurezza AP/CH
Chiuso
Apre il cancello e richiu-
de dopo tempo di pausa
Esegue l’apertura parzia-
le e richiude dopo tempo
di pausa
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto in pausa
P=0 Chiude immediata-
mente
P=1 Ricarica il tempo
di pausa, se si mantie-
ne premuto blocca il
movimento del cancello,
al disimpegno richiude
dopo il tempo di pausa
Chiude il cancello imme-
diatamente
Blocca il funzionamento Nessun effetto
O=0 al disimpegno, se è trascorso il tempo di pausa,
richiude dopo 5 secondi, viceversa richiude allo
scadere del tempo di pausa
O=1 al disimpegno, se è trascorso il tempo di pausa,
richiude dopo 5 secondi, viceversa richiude imme-
diatamente
In chiusura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto Blocca il funzionamento Nessun effetto Inverte il moto
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
In apertura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto Blocca il funzionamento
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Logica ”AP” Automatica Passo-Passo C=1 d=1 E=0
Stato cancello
Impulsi
Open A Open B Stop Sicurezze apertura Sicurezze chiusura Sicurezza AP/CH
Chiuso
Apre il cancello e richiu-
de dopo tempo di pausa
Esegue l’apertura parzia-
le e richiude dopo tempo
di pausa
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto in pausa
P=0 Chiude immediata-
mente
P=1 Ricarica il tempo
di pausa, se si mantie-
ne premuto blocca il
movimento del cancello,
al disimpegno richiude
dopo il tempo di pausa
Chiude il cancello imme-
diatamente
Blocca il funzionamento Nessun effetto
O=0 al disimpegno, se scaduto il tempo di pausa,
richiude dopo 5 secondi, viceversa richiude allo
scadere del tempo di pausa
O=1 al disimpegno, se scaduto il tempo di pausa,
richiude dopo 5 secondi, viceversa richiude imme-
diatamente
In chiusura
Blocca il moto del
cancello, al successivo
impulso apre
Nessun effetto Blocca il funzionamento Nessun effetto Inverte il moto
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
In apertura
Blocca il moto del
cancello, al successivo
impulso chiude
Nessun effetto Blocca il funzionamento
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
11
ITALIANO
Logica “E” Semiautomatica C=0 d=0 E=0
Stato cancello
Impulsi
Open A Open B Stop Sicurezze apertura Sicurezze chiusura Sicurezza AP/CH
Chiuso Apre il cancello
Esegue l’apertura
parziale
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto Chiude il cancello Chiude il cancello
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Nessun effetto
Memorizza il comando di
OPEN ed al disimpegno
chiude
Inibisce comando di
OPEN
In chiusura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto Blocca il funzionamento Nessun effetto
Inverte il moto del
cancello
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
In apertura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto Blocca il funzionamento
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Logica “EP” Semiautomatica Passo - Passo C=0 d=1 E=0
Stato cancello
Impulsi
Open A Open B Stop Sicurezze apertura Sicurezze chiusura Sicurezza AP/CH
Chiuso Apre il cancello
Esegue l’apertura
parziale
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto Chiude il cancello Chiude il cancello
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Nessun effetto
Memorizza il comando di
OPEN ed al disimpegno
chiude
Inibisce comando di
OPEN
In chiusura
Blocca il funzionamento
del cancello, al successi-
vo impulso apre
Nessun effetto Blocca il funzionamento Nessun effetto
Inverte il moto del
cancello
Blocca il funzionamento
ed al disimpegno inverte
In apertura
Blocca il funzionamento
del cancello, al successi-
vo impulso chiude
Nessun effetto Blocca il funzionamento
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
Logica “D” Condominiale C=1 d=0 E=1
Stato cancello
Impulsi
Open A Open B Stop Sicurezze apertura Sicurezze chiusura Sicurezza AP/CH
Chiuso
Apre il cancello e richiu-
de dopo tempo di pausa
Esegue l’apertura parzia-
le e richiude dopo tempo
di pausa
Nessun effetto
(OPEN inibito)
Inibisce i comandi di
OPEN
Nessun effetto
Inibisce i comandi di
OPEN
Aperto in pausa
P=0 Chiude immediata-
mente
P=1 Ricarica il tempo
di pausa, se si mantie-
ne premuto blocca il
movimento del cancello,
al disimpegno richiude
dopo il tempo di pausa
Richiude il cancello
immediatamente
Blocca il funzionamento Nessun effetto
O=0 al disimpegno, se scaduto il tempo di pausa,
richiude dopo 5 secondi, viceversa richiude allo
scadere del tempo di pausa
O=1 al disimpegno, se scaduto il tempo di pausa,
richiude dopo 5 secondi, viceversa richiude imme-
diatamente
In chiusura
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto Blocca il funzionamento Nessun effetto
Inverte il moto del
cancello
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
In apertura Nessun effetto Nessun effetto Blocca il funzionamento
Inverte il moto del
cancello
Nessun effetto
Blocca il funzionamen-
to ed al disimpegno
riprende
12
ITALIANO
14. FISSAGGIO SCHEDA
Il contenitore da esterno è predisposto per l’alloggiamento della centrale, del trasformatore toroidale e delle even-
tuali batterie tampone (Optional).
Per il fissaggio del trasformatore toroidale e del supporto scheda
fare riferimento alle specifiche istruzioni.
Per il fissaggio della scheda elettronica seguire le seguenti
istruzioni:
Posizionare i distanziali in dotazione (Rif.) sulle colonnette
identificate con le seguenti lettere: D-L-O-P-R-H-E.
Fissare la scheda utilizzando le viti in dotazione (Rif. ).
Il distanziale posizionato in corrispondenza della lettera O
serve solo da appoggio per la scheda.
Eseguire i cablaggi necessari alla vostra installazione.
Per il posizionamento ed il cablaggio del kit batterie fare
riferimento alle relative istruzioni.
Qualora si utilizzi il kit batterie è OBBLIGATORIO liberare il foro
prefatturato nella parte inferiore del contenitore (Rif. ),
come richiesto dalle vigenti norme di sicurezza.
1.
2.
3.
4.
13
ENGLISH
CE DECLARATION OF CONFORMITY
Manufacturer: GENIUS S.p.A.
Address: Via Padre Elzi, 32 - 24050 - Grassobbio- Bergamo - ITALY
Declares that: Control unit mod. SPRINT 03
conforms to the essential safety requirements of the following EEC directives:
2006/95/EC Low Voltage directive.
2004/108/EC Electromagnetic Compatibility directive.
Additional information:
This product underwent a test in a typical uniform configuration (all products manufactured by GENIUS S.p.A.).
Grassobbio, 01 September 2008
Managing Director
D. Gianantoni
Notes on reading the instruction
Read this installation manual to the full before you begin installing the product.
The symbol
indicates notes that are important for the safety of persons and for the good condition of the
automated system.
The symbol
draws your attention to the notes on the characteristics and operation of the product.
INDEX
1. GENERAL CHARACTERISTICS page 14
2. TECHNICAL SPECIFICATIONS page 14
3. PREPARATIONS page 14
4. BOARD LAY-OUT page 15
5. CONNECTIONS AND OPERATION page 15
5.1. TERMINAL BOARD CN1 page 15
5.2. TERMINAL BOARD CN2 page 16
5.3. TERMINAL BOARD CN3 page 16
5.4. TERMINAL BOARD CN4 page 17
6. INSTALLING THE RADIO CONTROL RECEIVER BOARD page 18
7. CONTROL LEDS page 19
8. OPERATION OF DISPLAY page 19
9. ADJUSTING THE OPERATING PARAMETERS page 19
10. PROGRAMMING page 21
11. OPERATION OF ELECTRONIC CLUTCH page 21
12. PROTECTION FUSES page 21
13. FUNCTION LOGICS page 22
14. HOW TO SECURE THE BOARD page 24
14
ENGLISH
24 Vdc CONTROL UNIT FOR SLIDING GATES
OPERATING INSTRUCTIONS – INSTALLATION INSTRUCTIONS
1. GENERAL CHARACTERISTICS
This 24Vdc control unit for sliding gates offers high performance and a wide range of adjustments, with opening and
closing slow-downs, encoder management and the possibility of managing both opening and closing travel limit
devices.
If correctly installed, thanks to encoder control, this control unit guarantees installation conforming to current safety
regulations.
A sophisticated electronic control monitors the power circuit at all times and disables the control unit in the event of
malfunctions that could impair efficiency of the electronic clutch.
The parameter settings and the operating logics are shown on a handy LCD display, which indicates gate status during
normal operation. Operating times are controlled by self-learning during programming.
In “C” version gearmotors, the control unit is on board the gearmotor. A waterproof enclosure is available for housing
the control unit and any buffer batteries (optional) which must correspond to the indications in the following table.
2. TECHNICAL SPECIFICATIONS
Supply voltage of transformer 230/115 Vac (+6 -10%) - 50/60 Hz.
Supply voltage of control unit 24 Vac (+6 -10%) - 50/60 Hz.
Absorbed power 3 W
Motor max. load 70 W
Accessories max. load 24Vdc 500mA
Flashing lamp/courtesy light max. load 24Vdc 15W max.
Operating ambient temperature -20°C +50°C
Protection fuses 4 (3 self resetting)
Function logics
Automatic / Step-by-step automatic/Semi-automatic /
Step-by step semi-automatic/Condominium
Opening / closing time Through self-learning during programming
Pause time Through self-learning during programming
Thrust force Four levels adjustable on display
Slow-downs At opening and closing
Terminal board inputs
24 Vac power supply, Supply to batteries, Encoder, Total
opening, Pedestrian opening, Opening safety devices,
Closing safety devices, Stop, Opening travel limit devices,
Closing travel limit devices
Radio connector Rapid 5 pin connector for receiver
Terminal board outputs
24Vdc supply for accessories, 24Vdc for motors, Courtesy
light/ Flashing lamp 24 Vdc, Electrical lock 12 Vdc/ac
Board dimensions 145 x 128 mm.
Characteristics of 230Vac toroidal transformer primary 230Vac sec. 22Vac 120VA
Characteristics of 115Vac toroidal transformer primary 115Vac sec. 20Vac 120 VA
Characteristics of optional batteries 12V 4Ah dimensions: 90 x 70 x 108 mm
Characteristics of outdoor grade enclosure 306 x 225 x 130 mm. - IP55
Different output values can be obtained on the 24Vac output depending on the mains voltage value. Before
start-up, always check the transformer output voltage. It must not exceed 26Vac for both power feed values of
230Vac and 115Vac. Voltage must be measured load free, i.e. with the transformer powered and disconnected
from the board.
3. PREPARATIONS
To ensure people’s safety, all warnings and instructions in this booklet must be carefully observed. Incorrect
installation or incorrect use of the product could cause serious harm to people.
Keep the instructions for future reference
Make sure there is an adequate differential switch upstream of the system as specified by current laws, and install a
single-pole thermal breaker on the electrical power mains.
To lay cables, use adequate rigid and/or flexible tubes.
Always separate connection cables of low voltage accessories from those supplying 115/230 Vac. To prevent any
interference whatever, use separate sheaths.
If you wish to put the control unit in a remote position with respect to the motor, the maximum length of the
power cables between the control unit and the motor must not exceed 3 m, using cables with a diameter
of 2.5 mm
2
for the motor and 3x0.5 mm
2
for the encoder and the travel limit devices (optionals). One cannot
guarantee correct encoder operation for distances longer than 3 meters.
Procedure for securing components inside the water-tight enclosure, refer to paragraph 15.
15
ENGLISH
4. BOARD LAY-OUT
5. CONNECTIONS AND OPERATION
5.1. TERMINAL BOARD CN1
5.1.1. POWER SUPPLY 22V
Terminals “VAC – VAC”. Connect the transformer secondary circuit to this input with power supply of 24Vac 50/60 Hz.
Presence of power supplied by the transformer is signalled by the lighting up of the “DL1” LED.
5.1.2. BATTERIES
Terminals “ +BAT – BAT”. Connect the buffer batteries (optional) power cables to these terminals. The control unit is
designed to operate with two buffer batteries, with the minimum characteristics shown on the table of paragraph 2.
During normal operation, the control unit keeps the batteries charged. They enter into operation if no power is supplied
to the transformer.
Power supply from batteries only should be considered an emergency situation. The number of possible
manoeuvres is linked to the quality of the batteries, the structure of the gate to be moved, how long ago the
power cut occurred, etc, etc..
Observe the battery supply polarity.
COMPONENTS
CN1 Power supply terminal-board
CN2 Outputs terminal-board
CN3 - CN4 Inputs terminal-boards
CN5 Receiver coupling
P1 - P2 Programming push-buttons
RESET Reset push-button
F1 Power supply protective fuse
F2 - F3 - F4 Self-resetting fuses
LCD Display
DL1 LED: Power ON
DL2 LED: STOP input status
DL3 LED: FSW CL input status
DL4 LED: FSW OP input status
DL5 LED: FCC input status
DL6 LED: FCA input status
COMPONENTS
CN1 Power supply terminal-board
CN2 Outputs terminal-board
CN3 - CN4 Inputs terminal-boards
CN5 Receiver coupling
P1 - P2 Programming push-buttons
RESET Reset push-button
F1 Power supply protective fuse
F2 - F3 - F4 Self-resetting fuses
LCD Display
DL1 LED: Power ON
DL2 LED: STOP input status
DL3 LED: FSW CL input status
DL4 LED: FSW OP input status
DL5 LED: FCC input status
DL6 LED: FCA input status
16
ENGLISH
5.1.3. ACCESSORIES
+24V – -24V” terminals. The accessories power cables should be connected to these terminals.
The maximum load of the accessories must not exceed 500 mA.
The output of these terminals is DC - observe the power supply polarity of the accessories.
5.1.4. EARTH
“ Terminal. The control unit earthing line should be connected to this terminal.
This connection is absolutely necessary to ensure a correctly operating control unit.
5.2. TERMINAL BOARD CN2
5.2.1. GEARMOTOR
APM1 – CHM1” terminals. Connect the motor power cables
to these terminals. The maximum load applied to these
terminals must not exceed 70W
5.2.2. FLASHING LAMP / COURTESY LIGHT
LAMP – LAMP” terminals. Both a flashing lamp and a courtesy
light can be connected to these terminals, both powered
on 24 Vdc and a maximum of 15W. To make this output
operational, select parameter “G”, see paragraph 9.
Flashing lamp operation:
During normal operation, the flashing lamp operates only
when the leaves are moving. When the leaves are idle, both
during opening and closing, the flashing lamp stays off.
We advise you to connect the flashing lamp before
programming the control unit, because it indicates
its phases.
Use a steady light flashing lamp; flashing is controlled
by the control unit.
Courtesy light operation:
The courtesy light stays on for the entire cycle time. At the end of the cycle, the light stays on for another 2 minutes.
The activation time of the courtesy light cannot be changed. Use a lamp powered at a maximum of 24 V 15W.
5.3. TERMINAL BOARD CN3
5.3.1. CLOSURE TRAVEL LIMIT DEVICE
COMF – FCC” terminals. Normally closed contact. It
intervenes on the gate’s closing motion, defining the start of
the slowed down section. The status of this input is signalled
by LED DL5.
5.3.2. OPENING TRAVEL LIMIT DEVICE
COMF – FCA” terminals. Normally closed contact. It
intervenes on the gate’s opening motion, defining the
start of the slowed down section. The status of this input is
signalled by LED DL6.
• The travel limit devices cannot be used to stop
gate motion immediately
5.3.3. ENCODER
SIG. - -ENC - +ENC” terminals. Use the encoder supplied with
the control unit. Connect the return signal from terminal “S
of the encoder to terminal “SIG”; to terminal “-ENC” connect
terminal “V-“ of the encoder and to terminal “+ENC” connect
terminal “V+” of the encoder.
Use of the encoder is absolutely necessary for correct operation of the control unit.
To ensure correct operation of the encoder, respect the connection described above.
17
ENGLISH
5.4. TERMINAL BOARD CN4
5.4.1. TOTAL OPENING
COM2 – OPEN A” terminals. Normally open contact. Connect, to these terminals,
any pulse generator (push-button, key selector, etc...) which by closing a contact,
generates a total opening or closing impulse of the gate. The operation of this contact
is defined by operating parameter “D”, see paragraph 9.
• A total opening impulse always has priority over pedestrian opening.
• To connect several pulse generators, connect the devices in parallel.
5.4.2. PEDESTRIAN OPENING
COM2 – OPEN B” terminals. Normally open contact. Connect, to these terminals, any
pulse generator (e.g. push-button, key selector, etc…) which, by closing a contact,
generates a partial opening or closing impulse of the gate. Opening for pedestrians
corresponds to 30% of the memory-stored total opening.
• A total opening impulse always has priority over pedestrian opening.
• To connect several pulse generators, connect the devices in parallel.
5.4.3. STOP
COM2 – STOP” terminals. Normally closed contact. Connect, to these terminals, any safety device (e.g. pressure
switch, edge etc...), which, by opening a contact, causes the gate to stop immediately and disables any automatic
function. The status of this input is signalled by LED “DL2”. The gate resumes its memory-stored cycle only by means of
another total or partial opening pulse.
• If no STOP devices are connected, jumper connect the input.
• To connect several STOP commands, connect the devices in series.
5.4.4. CLOSING SAFETY DEVICES
COM2 – FSW CL” terminals. Normally closed contact. Connect, to these terminals, any safety device (photocell, safety
edge, pressure switch etc...) which, by opening a contact, affects the gate’s closing motion, causing it to reverse to
the opening position. The status of this input is signalled by LED “DL3”.
5.4.5. OPENING SAFETY DEVICES
COM2 – FSW OP” terminals. Normally closed contact. Connect, to these terminals, any safety device (photocell, safety
edge, pressure switch etc…) which, by opening a contact, affects the gate’s opening motion, causing it to reverse to
the closing position. The status of this input is signalled by LED “DL4”.
•For correct connection of safety devices, consult the following images:
18
ENGLISH
6. INSTALLING THE RADIO CONTROL RECEIVER BOARD
The control unit is designed to house a 5-pin radio-receiver module. Installation procedure: turn off electrical power
and fit the module in connector CN5 on the control unit.
To avoid damaging the receiver and thus irreparably compromising its
operation, the receiver must be installed, observing the fitting direction
specified in the figure at the side.
Follow the instructions of the radioreceiver to memory-store the radiocontrol.
No safety device connectedNo safety device connected A pair of closing photocellsA pair of closing photocells
A pair of photocells for closing, and a pair for openingA pair of photocells for closing, and a pair for opening
A pair of photocells for opening, a pair for closing and
a pair for opening and for closing
A pair of photocells for opening, a pair for closing and
a pair for opening and for closing
/